British Telecommunications e At&t alleate nel wireless?

I due giganti delle tlc forse prossimi al merge delle proprie divisioni di telefonia mobile. Alla base, l’estensione di un accordo gia attivo, chiamato Concert.

British Telecommunications e At&t sono pronte a un cambiamento nei
propri accordi di partnership. Le due società sono, infatti, in
trattativa per la fusione delle divisioni di telefonia mobile,
un'operazione che potrà ampliarsi nel tempo, aggiungendo altre
divisioni focalizzate sul mercato internazionale di Internet oltre
che delle tlc. "Le discussioni includono la possibilità di
allargare e rafforzare la portata dell'intesa fra Bt e At&t nei
servizi business"
, ha affermato un portavoce. Le trattative si
inseriscono in una generale revisione strategica, intrapresa da Bt a
partire da aprile scorso. A questo proposito il portavoce ha aggiunto
che "Nel corso dell'anno Bt farà un annuncio in merito all'esito
di questo cambio di strategia, anche se la tempistica, attualmente,
non è stata ancora stabilita"
. Tra l'inglese British
Telecommunications e l'americana At&t è già attiva da qualche tempo
l'alleanza Concert, un accordo nel settore della telefonia mobile,
che copre voce, dati e servizi Internet per società multinazionali e
conta 48 milioni di sottoscrittori in più di quindici paesi. Le nuove
trattative sono segno, secondo alcuni analisti, delle pressioni a cui
Bt e At&t sono sottoposte da parte di rivali come Vodafone Group, la
prima società al mondo per servizi wireless. E' proprio in risposta a
queste tensioni che Bt si è espansa nei servizi mobile, creando un
debito che per la fine dell'anno prossimo ammonterà a 42 miliardi di
dollari. In tema di wireless At&t ha tra l'altro recentemente
mostrato i primi sforzi in vista di una definizione di reti cellulari
di quarta generazione, operazione compiuta anche da Nortel Networks.
Le società, ciascuna a proprio modo, hanno puntato a sottolineare le
tecnologie richieste per garantire un trasferimento dati a 20 Mbit/s.
Secondo rappresentanti At&t esiste, infatti, un crescente consenso a
prestazioni di quarta generazione, risolti con una rete asimmetrica
chiamata 4G Access, in cui convergono l'esistente tecnologia Edge e
Ofdm. In base a recenti studi, gli analisti sono certi infatti che
per il 2005, il numero dei cellulari supererà i pc e il messaging si
dimostrerà il fattore trainante di questo mercato. Il numero di
messaggi lieviterà dai 3 miliardi del dicembre 1999 ai 244 miliardi
del dicembre 2004, un periodo in cui anche le richieste di mobile
commerce alimenteranno la disponibilità di servizi evoluti.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome