Home Apps Box, il riparo sicuro in cloud per i propri dati

Box, il riparo sicuro in cloud per i propri dati

Le 30 applicazioni essenziali

Orientarsi nel mare di app non è un’impresa facile. A volte addirittura così laboriosa da indurre a rinunciare anche quando si parla di un’esigenza di lavoro. Eppure, a differenza di quelle per giocare o per il tempo libero, trovare le soluzioni giuste per la propria aziende è un’operazione ormai imprescindibile per garantire la flessibilità e la reattività dettate dagli scenari attuali. Per questo, abbiamo pensato di passare in rassegna i cataloghi di app alla ricerca di trenta tra le quali trovare l’indispensabile per la propria azienda.

Mettere al sicuro i propri file da potenziali imprevisti è una priorità assoluta per chiunque usi un PC, un notebook un tablet o uno smartphone. Ogni, non è più indispensabile preoccuparsi personalmente del backup manuale. Grazie al cloud, esistono diverse soluzioni per rendere l’operazione automatica e più sicura. Nel caso di Box, andando anche oltre.

Nato proprio come semplice software di sincronizzazione tra una postazione di lavoro e il cloud, la rapida crescita di consensi ha favorito l’evoluzione in senso più esteso, allargando il raggio d’azione a più dispositivi e introducendo strumenti di collaborazione.

Assistente discreto

Il concetto di base è semplice. Si scarica l’applicazione, si configura la cartella della quale si vuole fare la copia remota e si avvia il caricamento. All’inizio, l’operazione richiede un po’ di tempo per completare la copia totale dei contenuti. Da lì in avanti però, ogni modifica a un file verrà subito trasferita alla versione remota. Contando su una connessione anche solo nella media, operazione praticamente trasparente.

A partire da questo, sono diverse le opportunità, Scaricando la relativa versione dell’app, i file sono accessibili anche da altri dispositivi, evitando così di doverli copiare manualmente e con la garanzia di poter contare sulla versione più aggiornata.

Alla semplice organizzazione dei dati, più di recente Box ha aggiunto una serie di ulteriori funzionalità. L’idea è diventare vero e proprio strumento di collaborazione, al servizio di organizzazioni di qualsiasi dimensione.

Al servizio dei gruppi di lavoro

La semplice interfaccia di gestione delle risorse, può così diventare il fulcro di un’organizzazione per mettere a disposizione di colleghi o partner i file desiderati. Indicare eventualmente i punti sui quali intervenire e sincronizzare le relative modifiche.

Inoltre, strumenti a supporto di un flusso di lavoro, per automatizzare i passaggi non appena una persona del team abbia completato il proprio compito. Per le organizzazioni più articolate, o esigenti, anche la possibilità di integrare direttamente Box nel proprio corredo software.

Per l’utente singolo è disponibile anche una versione gratuita, fino a 10 GB di spazio cloud e backup di una sola versione. In alternativa, per 9 euro al mese lo spazio di archiviazione sale a 100 GB, con la possibilità di recuperare fino a dieci versioni precedenti.

Per le aziende invece, la differenza è anche sul numero di utenti e sull’integrazione di strumenti terzi, partendo da 4,50 euro al mese per utente, a salire fino a 31,50 euro al mese per utente per rimuovere i limiti a spazio di archiviazione e numero di utenti, con anche spazi di personalizzazione.

 

 

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato sulle novità tecnologiche

css.php