Borland, il Ceo lascia

Dale Fuller si dimette dopo i dati preliminari del secondo trimestre, inferiori alle attese.

Dale Fuller si è dimesso da Ceo di Borland.


Lo ha fatto dopo il rilascio dei risultati preliminari del secondo trimestre, che diventeranno ufficiali il 2 di agosto, e che raccontano di una performance in calo della società di sviluppo software impegnata ad affermare il senso dell'Application lifecycle management.


Borland, infatti, avrà un fatturato oscillante fra i 65 e i 67 milioni di dollari, inferiore alle previsioni, e dovrà registrare una perdita fra i 24 e i 26 dollari per azione, superiore a quella fissata dalla previsione precedente.


La colpa dell'andamento sotto le attese va ascritta al mercato europeo, penalizzato sia dal cambio sfavorevole, ma anche da una pertormance di mercato non in linea con quanto stabilito.


Il posto di Fuller sarà preso ad interim da Scott Arnold, attualmente Chief operating officer.

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here