Blu evita il fallimento

Gli azionisti dell’operatore in vendita hanno votato per una ricapitalizzazione del valore di trenta milioni di euro.

11 giugno 2002 Gli azionisti di Blu mettono mano al portafoglio
e salvano l'operatore alternativo dal fallimento. L'obiettivo finale, confermato
dallo stesso Enrico Casini, amministratore delegato di Blu, resta la vendita
della società con break-up, entro la seconda metà del prossimo mese di luglio.
Rigettate, invece, l'offerta di Tele2, Anthille ed E-Do. La ricapitalizzazione
per 30 milioni di euro, decisa dagli azionisti, permetterà di coprire le perdite
maturate dalla società al 31 marzo 2002, abbattendo l'attuale capitale sociale
di 698 milioni di euro in contanti. Lo spettro, se la cessione della società non
dovesse andare in porto nei tempi prestabiliti, resta la
liquidazione.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome