BizTalk strizza l’occhio alle Soa

Microsoft ha rinominato la Conference dedicata al server di integrazione allineandola ai concetti delle architetture orientate ai servizi. Rilasciato un adapter per sistemi host.

A Redmond hanno deciso che è ora di puntare, anche con denominazioni appropriate, sul mercato delle Service oriented architecture. Questo è il senso che sta dietro la decisione di rinominare la manifestazione Business Process and Integration Conference per i partner di BizTalk, tenutasi recentemente presso la sede del produttore, e di chiamarla bensì “Soa and Business Process Conference”.

BizTalk è un middlware di business process integration presente nel catalogo Microsoft ormai da sei anni, ma finora il suo nome non è mai stato associato in senso biunivoco alla costruzione delle Soa, ben diversamente dalle offerte Ibm o Bea, solo per citare i principali protagonisti dei set di infrastruttura per le architetture orientate ai servizi.

Ma le iniziative del big di Redmond non si fermano al cambio anagrafico. In partnership con Neudesic, infatti, la società ha lavorato per realizzare codice e documentazione che mostrano l'utilizzo di BizTalk per costruire un Enterprise service bus. Quest'ultimo è lo strato software di integrazione che consente il trasporto di servizi e il collegamento dei processi tra le applicazioni.

Microsoft ha anche rilasciato un nuovo adapter per BizTalk che consente di connettere più facilmente il prodotto con piattaforme Ibm mainframe e As/400. Si chiama BizTalk Adapter for Host Systems ed è basata su tecnologie contenute in Microsoft Host Integration Server.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome