Bipop-Carire mette in conto una soluzione di formazione

Realizzare un modello di “blended learning” per i neo assunti rappresentava l’obiettivo per l’istituto bancario che, allo scopo, si è rivolto a Sun Microsystems. Il sistema di addestramento, conforme agli standard di mercato, unisce corsi via Web a interazione in aula

Bipop-Carire ha una lunga tradizione di distance learning. Da tempo, infatti, i dipendenti hanno a disposizione corsi fruibili via video, integrati da metodi tradizionali in aula. Nel 2001, l'istituto creditizio si rese conto di dover modificare l'impostazione in quanto le sessioni di studio erano state costruite internamente e non erano riutilizzabili, non essendo conformi agli standard Aicc/Scorm specifici per la formazione. Non erano disponibili, inoltre, funzioni di analisi e classificazione dell'utente e, pertanto, non era possibile valutare l'efficacia delle lezioni. Sussisteva anche l'esigenza di minimizzare lo spostamento delle persone per ragioni di costo e di efficacia. Ma la necessità più impellente era quella di provvedere all'addestramento dei neo assunti in modo corretto e tempestivo, evitando che le conoscenze sulle mansioni da svolgere venissero comunicate dai colleghi, con conseguenti difficoltà nel primo periodo di lavoro e il rischio di un'impostazione professionale non ottimale. Fu, pertanto, deciso di rivolgersi a Sun Microsystems per realizzare un sistema di e-learning.
"Volevamo un partner che ci potesse fornire una solida metodologia didattica - ha dichiarato Emanuela Casoni, analista della divisione Organizzazione in Bipop-Carire -, la necessaria consulenza tecnologica e l'assistenza per realizzare il “courseware”, ossia
la componente di software del progetto tenendo conto degli Aicc/Scorm
".


Scelte mirate

La banca ha puntato su Sun Educational Services, facente parte della soluzione Enterprise Learning Consulting Services che copre tre aree integrate e complementari: Learning Strategy, Management e Content.
Partito nel settembre 2001 con la formulazione degli obiettivi aziendali, il progetto fu battezzato Sviluppo contenuti e intendeva realizzare un modello di formazione “blended“, costituito da lezioni in aula e in autoistruzione via Web, dotato di funzionalità di mentoring fisico e remoto e di coaching, nonchè di un sistema di assesment. Ulteriori scopi erano legati alla possibilità di riutilizzare il materiale prodotto anche per corsi successivi e alla capacità di controllare il livello di fruizione e il grado di apprendimento raggiunto, seguendo in ciò le direttive dell'Associazione Bancaria Italiana (Abi).
"Il workshop, tenuto in prima battuta da Sun, ha scattato una fotografia dello stato dell'arte - ha commentato Enzo Iodice, responsabile e-learning & Area New Media, Info&Comm Technology di Bipop-Carire - e ci ha fornito le necessarie informazioni di base per dar corpo al progetto in un tempo ridotto rispetto a quanto sarebbe stato necessario se avessimo dovuto studiarci tutta la documentazione inerente gli standard".
A partire dal gennaio 2002, è iniziata la realizzazione dei contenuti formativi e operativi, con l'identificazione di alcuni percorsi didattici relativi a contabilità cliente retail, corporate e sportello, per ciascuno dei quali sono stati sviluppati parte di infrastruttura e di contenuti.
"Abbiamo realizzato 58 reusable information object (componenti elementari dei contenuti, ndr) - ha proseguito Iodice - tra cui 25 learning object in Aicc". Sun ha fornito la base consulenziale per l'implementazione di un sistema di
assessment in grado di produrre test iniziali, intermedi e finali, per valutare il grado di apprendimento raggiunto dal dipendente.


La flessibilità dimostrata

A maggio 2002 il progetto poteva dirsi concluso. Nello stesso periodo, tuttavia, la fusione con il gruppo Bancaroma ne ha decretato la sospensione. Invece di un corso per i neo assunti, il management decise di lanciare un'attività di formazione orientata su specifiche problematiche, iniziando da privacy e sicurezza. Tale cambio di programma permise di verificare l'effettiva riutilizzabilità dei moduli. Nel giro di pochi giorni, infatti, è stato possibile assemblare nell'Lms (Learning management system) di Bipop-Carire il nuovo corso, utilizzando i reusable information object precedentemente realizzati, oltre a sperimentare anche le funzionalità Lcms (Learning content management system) della piattaforma. Il corso è diventato attivo il 17 gennaio 2003 e a fine febbraio risultava completato da oltre 2mila allievi.
Oltre all'utilizzo in ambito formazione, l'istituto creditizio sta impiegando le competenze acquisite, con l'aiuto di Sun, nel trasferimento agli utenti di nuove applicazioni sviluppate dai sistemi informativi. "I programmi sono distribuiti unitamente a corsi base - ha detto ancora Iodice - che spiegano in modo semplice come utilizzarli. Abbiamo riscontrato anche l'interesse di funzioni aziendali, come ad esempio il marketing, a far proprio lo strumento".

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here