Bergamo, stanziamenti fino a 35mila euro per le reti di imprese

Contributi in conto capitale per le Pmi operanti nei settori del turismo, del commercio e dei servizi anche culturali.

La Regione Lombardia ha
promosso un nuovo bando, cofinanziato
dalla Camera di Commercio di Bergamo, per la
concessione di contributi finalizzati a favorire l'aggregazione di imprese
turistiche, commerciali e di servizi
del territorio attraverso la creazione di
“marchi e/o club di prodotto”
.

L'aiuto finanziario è concesso sotto forma di contributo in conto capitale
pari al 50% delle spese ritenute ammissibili
, fino a un massimo di 35.000 euro.

Possono beneficiare delle agevolazioni esclusivamente le aggregazioni
(composte da minimo di tre Pmi) con sede operativa nella provincia di
Bergamo operanti nei settori del turismo, del commercio e dei servizi anche
culturali.

Le spese ammissibili, di importo minimo pari a 25.000 euro,
comprendono:

  • sviluppo di prodotti turistici integrati;
  • realizzazione di strumenti e attività di
    marketing e comunicazione;
  • strumenti informativi di amministrazione, di
    gestione e di prenotazione dei servizi turistici e commerciali, creazione
    di piattaforme per acquisti collettivi di beni e servizi;
  • iniziative per la definizione e la
    promo-commercializzazione di itinerari turistici;
  • strumenti di formazione (per il personale
    titolare, dipendente e preposto) per la progettazione di offerte
    turistiche esperienziali e per la realizzazione di marchi e club di
    prodotto;
  • creazione di attività e servizi;
  • adeguamenti e ristrutturazione di strutture;
  • progettazione direzione lavori, oneri per le
    concessioni edilizie e collaudi di legge;
  • acquisto automezzi commerciali;
  • certiicazioni di qualità delle strutture e/o dei
    locali;
  • spese di personale e coordinamento;
  • attività di consulenza per la progettazione di
    offerte turistiche esperienziali e per la realizzazione dell'aggregazione;
  • realizzazione di segnaletica commerciale e
    turistica;
  • acquisto di macchinari, impianti, attrezzature
    varie e arredi, nuovi di fabbrica strettamente necessari alla
    realizzazione del progetto;
  • interventi mirati al risparmio e al conseguimento
    dell'efficienza energica, anche attraverso il ricorso a sistemi di energie
    rinnovabili non esauribili.

Le imprese interessate possono inviare la scheda progettuale dal 15 maggio
al 30 giugno 2014
.

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here