BenQ sfodera gli artigli in Cina

La società punta a conquistare il 10% del mercato della telefonia cellulare in Cina.

Ambiziosa BenQ. La società, che la scorsa settimana ha ricevuto
l'autorizzazione di commercializzare direttamente con il proprio
brand i suoi prodotti in Cina, ha subito sfoderato gli artigli e ha
comunicato la ferma intenzione di conquistare con il suo marchio il 10% del
mercato cinese della telefonia cellulare.
Il tutto nell'arco dei prossimi tre
anni.
BenQ, che già opera come fornitore Oem, ha reso noto di voler vendere
nel corso di questo 2005 oltre un milione di telefoni cellulari a proprio
marchio, cifra che rappresenta di fatto già ora il 2% del mercato
nazionale.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome