BeeToBit: da sola o in Alliance, il business lo fa sul cloud

Fondata a maggio 2015 per occuparsi di infrastrutture It, BeeToBit è da sempre attenta al cloud, sia esso targato Microsoft Azure, IBM Bluemix o AWS. Proprio la realtà di sviluppo in house di Amazon annovera tra i suoi 15 partner per l’Italia la società fondata a Cagliari da Federico Caboni e da altri due soci provenienti da Tiscali e SardegnaIT.
La stessa che, sempre nel segno di Amazon Web Services, unendo le forze con , ha dato vita a Cloud Alliance, una rete di aziende altamente qualificate sulle tecnologie SaaS, PaaS e IaaS che, insieme, costituiscono un quarto dei partner AWS nel nostro Paese.
Come ci spiega Caboni, che per anni si è occupato di ricerca presso il CRS4 di Pula (CA), inizialmente presieduto dal premio Nobel per la fisica Carlo Rubbia: «si tratta di un’iniziativa promossa da una serie di Pmi italiane di eccellenza che hanno deciso di mettere a fattor comune le proprie peculiarità, di business e geografiche, per dar vita a un soggetto più forte della somma delle singole parti».

Infrastrutture cloud: supporto 24/7 nella Cloud Alliance
Federico Caboni, BeeToBit
Federico Caboni, BeeToBit

Di suo, accanto a beSharp, che con sede a Pavia è specializzata in progetti cloud, a XPeppers che, con focus anche su Agile e DevOps, nelle sedi di Trento, Milano e Ciampino eroga una gamma di servizi di coaching e formazione, e a zero12, posizionata a Carmignano di Brenta (PD) e specializzata in mobile computing e data design, BeeToBit mette la parte di infrastruttura It, «di cui il cloud è la declinazione più moderna». Da qui l’offerta di un supporto tecnico 24 ore su 24, 7 giorni su 7, su infrastrutture cloud, dal DevOps alla Continuous Delivery, in aggiunta alle migrazioni al cloud, allo sviluppo di architetture e di componenti infrastrutturali frutto dell’esperienza tecnica maturata in Tiscali e nella società “in house” della Regione Autonoma della Sardegna, ma anche quella di Caboni, che per anni ha lavorato su sistemi di informatica clinica, per gestire sistemi storage e infrastrutture critiche.
L’obiettivo, così come riportato sul sito Web della Cloud Alliance, è accompagnare le aziende lungo il percorso di Digital Transformation sviluppando infrastrutture e applicazioni cloud-native multivendor, Google compreso, anche in ambito mobile e Internet of Things.

Infrastruttura in cloud per risparmiare e focalizzarsi sul core business

Entrata nella Cloud Alliance prima ancora di nascere, a oggi BeeToBit annovera tra i propri clienti Streamago, il software di streaming video di Tiscali, ma anche Alfabook, la società attiva nell’editoria didattica digitale recentemente acquisita da Telecom Italia, che l’ha rilevata da Gruppo Hoplo, anch’esso tra i clienti di BeeToBit, il cui nome nasce dall’assonanza con il termine B2b, «a indicare il target della nostra offerta».
Dopo un anno di lavoro, il cliente-tipo si conferma l’azienda di medio-grandi dimensioni, «tipicamente attiva nel mercato Ict e interessata a demandare all’esterno la gestione della propria infrastruttura per concentrarsi sullo sviluppo di software verticali o di applicazioni mobile, anche se non mancano nel novero alcune startup “illuminate”, come Marinanow, che si occupa di prenotazione online di posti barca e noleggio imbarcazioni, mentre per FlyerGenius, che organizza in modo digitale un’attività tipicamente offline come la distribuzione di volantini, abbiamo realizzato anche la piattaforma di sviluppo».
All’appello dei clienti Caboni cita, infine, anche la Pubblica amministrazione, al momento solo locale, che si sta muovendo verso il cloud ibrido «incentivata dal recepimento di alcune legge europee. «In una formula in cui l’implementazione del cloud computing permette un risparmio economico mentre è utile mantenere altro in casa, avere una conoscenza delle infrastrutture come la nostra è particolarmente utile».

 

 

 

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato sulle novità tecnologiche iscriviti alla newsletter gratuita.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here