Bando Intraprendo, 15 milioni di euro per le startup lombarde

Intraprendo

Con una dotazione finanziaria di 15 milioni euro, assicurata sia da fondi europei sia statali e regionali, prenderà il via dal 15 settembre 2016 la nuova misura Intraprendo della Regione Lombardia per sostenere l’avvio di nuove imprese.

L’iniziativa è destinata alle Mpmi (iscritte e attive al Registro delle Imprese da non più di 24 mesi, con sede operativa attiva in Lombardia), aspiranti imprenditori, liberi professionisti in forma singola che abbiano avviato la propria attività professionale da non più di 24 mesi e aspiranti liberi professionisti in forma singola.

L'entità dell'incentivo è normalmente pari al 60% delle spese ammissibili ma può arrivare al 65%.

L’agevolazione prevista da Intraprendo è un mix tra finanziamento agevolato pari al 90% e fondo perduto - pari al 10%. Il finanziamento è a tasso 0 con rimborso compreso tra 3 e 7 anni e un pre-ammortamento massimo di 18 mesi. L'incentivo minimo per progetto è di 25 mila euro mentre quello massimo per progetto è pari a 65mila euro.

Per la costruzione del budget di progetto è necessario considerare le seguenti voci di spesa e limiti:

  • nuovo personale contrattualizzato, sino a un massimo del 30% delle spese ammissibili;
  • acquisto di beni strumentali nuovi o usati o noleggio dei medesimi come hardware, macchinari, impianti, arredi, veicoli commerciali;
  • acquisto di beni immateriali come marchi e brevetti, licenze di produzione di know how, costi di prototipazione;
  • licenze software nel limite massimo del 20% delle spese ammissibili;
  • affitto locali fino a un massimo di dodici mensilità di canone di locazione;
  • servizi di consulenza non riferiti all'ordinaria amministrazione fino a un massimo del 25% delle spese totali ammissibili;
  • scorte fino a un massimo del 10% delle spese totali ammissibili;
  • spese generali forfettarie per un massimo del 15% delle spese di personale ammissibili.

La domanda di partecipazione a Intraprendo può essere presentata a partire dal 15 settembre 2016. L’intervento è a sportello secondo l’ordine cronologico di presentazione delle domande, sino a esaurimento delle risorse disponibili.

Tutti i dettagli sul sito della Regione Lombardia.

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato sulle novità tecnologiche iscriviti alla newsletter gratuita.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome