Banca Sella e Sace rinnovano l’accordo per l’internazionalizzazione

A disposizione un plafond di 47 milioni di euro per prestiti da 100 mila euro a 1,5 milioni di euro, con garanzia Sace fino al 70% dell’importo richiesto. Finanziabili anche gli investimenti a tutela del Made in Italy nel mondo.

Rinnovato l'accordo
tra Gruppo Banca Sella e Sace per il sostegno delle Pmi italiane che vogliono crescere e investire per
migliorare la loro competitività sui mercati internazionali. Il plafond a
disposizione delle aziende salito a 47 milioni di euro, consentendo così
l'erogazione di nuovi finanziamenti con garanzia Sace fino a un massimo del
70% dell'importo richiesto.

Il finanziamento consiste in un mutuo della durata massima di 8 anni, per
importi da 100 mila euro a 1,5 milioni di euro con tasso d'interesse pari
all'Euribor a 3 mesi più uno spread differenziato in base alla durata del
finanziamento. Il prestito deve essere finalizzato a investimenti quali, tra
gli altri, costi di impianto e ampliamento, brevetti e marchi, acquisto di
immobil
i, terreni e attrezzature, acquisizione di partecipazioni, realizzazione
di joint-venture, costi promozionali e pubblicitari, partecipazione a fiere in
Italia e all'estero, spese per tutelare il Made in Italy, riqualificazioni e
rinnovo delle strutture e dei macchinari e per la realizzazione di impianti per
la produzione di energia alternativa

Destinatari del finanziamento sono le piccole e medie imprese con un
fatturato non superiore ai 250 milioni di euro, di cui almeno il 10% rivolto ai
mercati esteri. Con l'accordo è stato anche confermato il finanziamento “Sella Export”
finalizzato a sostenere i progetti di internazionalizzazione delle imprese.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome