Azure Sphere Os, il Linux di Microsoft per l’IoT

Microsoft ha annunciato Azure Sphere, una nuova tecnologia per proteggere i processori che alimentano elettrodomestici intelligenti e oggetti di uno comune connessi, generalmente chiamati gadget.

Azure Sphere è alimentato in gran parte da Linux, il sistema operativo che Microsoft ha combattuto per anni e che ora per la prima volta è diventato parte di un’offerta di prodotti della società di Redmond.

Un Linux targato Microsoft

Per realizzare Azure Sphere, Microsoft ha sviluppato infatti una propria versione di Linux tanto che il presidente di Microsoft Brad Smith ha dichiarato: “Dopo 43 anni, questo è il primo giorno che annunciamo e distribuiamo un kernel Linux personalizzato".

Smith ha detto che va considerato il fatto che la maggior parte dei nuovi dispositivi viene fornito con un processore e questo è fonte preoccupazione. Basta ricordare come telecamere non sicure e altri apparecchi sono stati sfruttati dai cybercriminali per creare un attacchi di enormi dimensioni.

E le persone continuano ad acquistare gadget intelligenti senza che la sicurezza sia stata migliorata.

A tal fine, Azure Sphere adotta un approccio combinato, utilizzando hardware, software e cloud per risolvere il problema.

In primo luogo, Microsoft ha elaborato un progetto per un nuovo e più potente tipo di microprocessore, che metterà a disposizione dei produttori di chip gratuitamente.

In secondo luogo, Microsoft ha sviluppato Azure Sphere Os, il sistema operativo basato su Linux che verrà eseguito su quei chip.

In terzo luogo, la combinazione chip/Os sarà integrata con un servizio di sicurezza in-the-cloud Azure Sphere, che manterrà i dispositivi aggiornati con patch di sicurezza per dieci anni o più.

Smith ha detto che il primo Azure Sphere hardware arriverà sul mercato al più tardi nel 2018.

Quando il ceo di Microsoft Satya Nadella ha assunto la guida della società nel 2014, una delle prime cose che ha fatto è stato annunciare che "Microsoft Loves Linux".

Da allora, Microsoft ha aggiunto un solido supporto per Linux nella sua piattaforma cloud Azure, permettendo agli sviluppatori di integrare Linux con le loro copie di Windows 10.

 

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato sulle novità tecnologiche iscriviti alla newsletter gratuita.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome