Home Apps AWS lancia Amazon Honeycode, il low code per mobile e web app

AWS lancia Amazon Honeycode, il low code per mobile e web app

AWS ha annunciato oggi il lancio beta di Amazon Honeycode, un nuovo strumento di sviluppo low code/no code completamente gestito che mira a rendere più facile per chiunque in un’azienda creare le proprie applicazioni.

Tutto questo, ovviamente, è supportato da un database in AWS e da un generatore di interfacce drag-and-drop basato sul Web.
Gli sviluppatori possono creare applicazioni per un massimo di 20 utenti gratuitamente. Dopo di che, pagano per utente e per lo storage le loro applicazioni occupano.

Larry Augustin, VP di AWS ha dichiarato: «I clienti ci hanno detto che la necessità di applicazioni personalizzate supera di gran lunga la capacità degli sviluppatori di crearle. Ora con Amazon Honeycode, quasi chiunque può creare potenti applicazioni mobili e web personalizzate senza la necessità di scrivere codice.»

Come strumenti simili, Honeycode fornisce agli utenti una serie di modelli per casi d’uso comuni come applicazioni elenco attività, customer tracker, sondaggi, programmi e gestione dell’inventario. Tradizionalmente, AWS sostiene che molte aziende si siano affidate a fogli di calcolo condivisi per eseguire queste operazioni.

Secondo la società americana, i clienti cercano di risolvere la natura statica dei fogli di calcolo inviandoli via e-mail, ma tutto l’invio di email aggrava solo l’inefficienza perché l’email è lenta, non è scalata e introduce errori di controllo delle versioni e sincronizzazione dei dati. Di conseguenza, le persone spesso preferiscono avere a disposizione applicazioni personalizzate, ma la domanda di programmazione personalizzata spesso supera la capacità degli sviluppatori, creando una situazione in cui i team devono attendere che gli sviluppatori liberino o devono assumere consulenti costosi per creare applicazioni.

Non stupisce quindi che Honeycode utilizzi una visualizzazione simile ad un foglio di calcolo come interfaccia: si tratta di una scelta ponderata e basata sulla familiarità che questo modo di inserire i dati ha presso quasi tutti gli utenti.
Infatti, per manipolare i dati gli utenti possono lavorare con formule standard in stile foglio di calcolo: è questa la parte più simile alla programmazione effettiva di Honeycode. I “Costruttori“, come AWS chiama gli utenti Honeycode, possono anche impostare notifiche, promemoria e flussi di lavoro di approvazione all’interno del servizio.

AWS afferma che questi database possono facilmente scalare fino a 100.000 righe per cartella di lavoro. In questo modo, AWS ritiene che gli utenti possano concentrarsi sulla creazione delle applicazioni senza doversi preoccupare dell’infrastruttura sottostante.

Amazon Honeycode attualmente funziona solo nella regione AWS US West in Oregon, ma arriverà presto in altre aree.

 

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato sulle novità tecnologiche

css.php