Avaya pronta con il cablaggio Categoria 6

Le componenti passive di una soluzione di networking rivestono grande importanza e possono essere responsabili dei malfunzionamenti.

In vista c'è di solito la parte attiva del networking, ma non bisogna dimenticare tutto quello che compone quella passiva e in particolare il cablaggio. È proprio quest'ultimo, infatti, che può garantire un funzionamento ottimale, se fatto correttamente e con componenti elettricamente compatibili tra loro.
Per avere la certezza che i nuovi impianti siano adeguati ai nuovi standard di trasmissione, Gigabit e oltre, Avaya propone Systimax GigaSpeed Xl. “Si tratta di una soluzione pensata per le nuove tecnologie di trasmissione - ha confermato Fabrizio Cavallini, sales director connectivity solutions di Avaya Italia -, che supera tutti i problemi della Categoria 5, quella che attualmente è la più diffusa. L'evoluzione della Categoria 5 ha dato vita alla 5e, ma anche questa oggi ha raggiunto il limite. È, infatti, pronto il nuovo standard, la Categoria 6. Il nostro prodotto è già compatibile con questo, che sarà ratificato tra poco, ma che è assolutamente pronto per quanto riguarda la parte tecnica, anzi offre performance decisamente superiori rispetto a quello che viene richiesto dallo standard”.

Il passaggio alla Categoria 6 permetterà un miglior supporto al networking ad alta velocità, mantenendo compatibilità con il passato. A livello puramente tecnico, i prodotti della soluzione Systimax GigaSpeed Xl, sono stati realizzati adottato tool di progettazione proprietari, che uniti all'esperienza degli Avaya Labs (ex Bell Labs), hanno permesso alla società americana di progettare e realizzare un prodotto adatto a soddisfare le future esigenze nel campo del cablaggio strutturato.

“Avaya si appoggia solo a partner qualificati - ha continuato Cavallini -, sono gli unici che possono garantire una corretta installazione. In caso di problemi abbiamo tre livelli di assistenza che sono in grado di intervenire e risolverli. È importante avere un cablaggio posato correttamente: spesso un errore nella posa dei cavi può introdurre una degradazione del segnale che successivamente, quando la rete funziona a regime, può essere difficile imputare al cablaggio. Per questo, ribadisco, Avaya si serve solo di personale qualificato”.

Il portafoglio Systimax GigaSpeed Xl comprende le soluzioni GigaSpeed Xl7 e Xl8, con i nuovi cavi 71E e 81°, e tutti i componenti a corredo: patch panel, prese a muro e cordoni.
In conclusione, Cavallini ha affrontato il mondo delle wireless LAN. “Oggi si fa un gran parlare di reti senza fili, ma queste non potranno sostituire una soluzione di cablaggio strutturato nel breve periodo. Si tratta di una tecnologia ancora in evoluzione, con velocità basse rispetto alla tecnologia tradizionale. Oggi si trovano applicazioni in ambienti particolari, dove risulta impossibile posare dei cavi o dove la mobilità è un fattore essenziale. Si può generalizzare dicendo che le WLAN sono un supporto alla rete tradizionale”.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome