Avaya non va

Previsioni negative per l’azienda, che si deve confrontare con la crisi della domanda nel settore Tlc.

A fronte del perdurare della crisi del settore delle telecomunicazioni, Avaya prevede una perdita più grave del previsto nel primo trimestre del 2002. La società si attende un margine negativo compreso tra gli 8 e i 10 centesimi di dollaro per azione o addirittura tra i 9 e gli 11 centesimi nella contabilità “as reported”. Una perdita decisamente superiore rispetto alle attuali stime degli analisti indipendenti, che avevano ipotizzato un possibile guadagno di 7 centesimi per azione. La notizia, diffusasi nella giornata di ieri, ha subito avuto un forte contraccolpo in Borsa, dove il titolo Avaya ha perso il 17% in chiusura a New York. Il fatturato previsto per questo primo periodo dell'anno è di 1,3 miliardi di dollari, anch'esso inferiore alle stime di First Call, di 1,41 miliardi. L'effetto sul margine per singola azione riflette secondo Avaya l'adozione di alcune modifiche imposte ai metodi contabili dalla Financial accounting standard board. Senza queste modifiche, la perdita risulterebbe anche più consistente, compresa tra gli 11 e i 13 centesimi di dollaro per azione.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome