Aumentano le imprese connesse in banda larga e quelle che vendono online

Lo afferma l’Istat, precisando che sono migliorate le tipologie di connessione a Internet (93,1%) e il 44,4% delle imprese con almeno 10 adetti ha effettuato nel corso dell’anno vendite e/o acquisti on-line.

L'Istat ha diffuso oggi i principali risultati della
rilevazione sull'uso delle tecnologie dell'informazione e della comunicazione
(Ict) nelle imprese con almeno 10 addetti attive nel settore dell'industria e
dei servizi
. Nel 2013 il
96,8% delle imprese dispone di una connessione a Internet
(95,7% nel 2012).

Il 94,8%
delle imprese è connesso a Internet in banda larga fissa o mobile
(93,6% nel
2012); circa il 29% di quelle connesse a Internet dichiara di disporre di
velocità nominali pari o superiori a 10 Mbit/s.

Il 67,3%
delle imprese dispone di un sito we
b (64,5% nel 2012); l'11,7% dichiara di
offrire sul sito servizi per ricevere ordinazioni o prenotazioni on-line.

Il 24,7%
delle imprese utilizza un social media
(il 45,2% nel caso delle imprese con
almeno 250 addetti). Di queste, l'86% circa dichiara di avere un profilo su
almeno un social network
, il 40% di utilizzare siti web di condivisione di
contenuti multimediali, il 24% blog aziendali e il 16% strumenti wiki per la
condivisione delle conoscenze.

Aumenta in
misura significativa la quota di imprese attive nel commercio elettronico: il
44,4% delle imprese ha effettuato nel corso dell'anno precedente vendite e/o
acquisti on-line
(erano il 37,5% nel 2012). Il 7,6% (il 6,2% nel 2012) ha
venduto on-line i propri prodotti o servizi realizzando un fatturato pari al
7,2% di quello totale (6,4% nel 2012).

La
possibilità di vendere on-line è utilizzata soprattutto da alcuni specifici
settori quali l'editoria (42,8%, in flessione rispetto al 53,6% del 2012) e i
servizi di alloggio (55,8% rispetto al 46,7% del 2012).

Sono
migliorate le tipologie di connessione a Internet (le imprese connesse in banda
larga fissa passano dall'82,8% del 2009 al 91,5% del 2012 fino all'attuale
93,1%) e con esse anche le relazioni on-line con altri soggetti esterni quali
la Pubblica Amministrazione .

Le imprese
che hanno fatto uso nel corso dell'anno precedente di almeno un servizio
offerto on-line dalla Pa passano infatti dal 74,5% del 2009 all'85,5% del
2013.

Dopo la
continua crescita registrata negli anni precedenti (dal 13,3% nel 2009 al 25,4%
nel 2012), l'adozione di software specifici per la raccolta e condivisione con
altre aree aziendali di informazioni raccolte sulla clientela (CRM) ha subito
quest'anno una leggera flessione (23,1%).

È cresciuta
anche la diffusione di software per la condivisione automatica di informazioni
tra diverse aree funzionali dell'impresa (ERP) passando dal 9,7% del 2009 al
21% del 2012, al 27,2% del 2013.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome