Audience su Internet, cambiano i sistemi di misura

Nielsen/NetRatings aggiorna le metriche: nell’era del Web 2.0 le page view non bastano più. Il focus è ora sul tempo passato sui siti.

Nella giornata di martedì Nielsen/NetRatings ha comunicato ufficialmente
di aver implementato nuove metriche e nuovi strumenti di misura per valutare
l'audience su Internet.
Nella sostanza, la società ha
deciso di andare oltre le sole page view, aggiungendo nuovi valori, quali i
minuti totali e le sessioni totali.


Una scelta,
spiega la società, che nasce dalla constatazione che le pagine che utilizzano
tecnologie Ajax oppure quelle che contengono media streaming possono presentare
nuovi contenuti senza dover necessariamente effettuare un reload.


Guardare un video su YouTube o su un servizio analogo non
ha dunque la stessa valenza che può avere la lettura delle news su una pagina
web tradizionale, almeno per gli aspetti che interessano gli inserzionisti
pubblicitari.


Ecco allora che l'idea dei minuti
totali comincia a farsi strada, in quest'era del Web 2.0, come alternativa alle
metriche tradizionali, e specificamente ogni volta che si ha a che fare con siti
Web che utilizzano Rich Media Application, online gaming incluso.


Con questa scelta, tuttavia, Nielsen/NetRatings è consapevole che potrebbero verificarsi anche alcune incongruenze. Per i motori di ricerca, ad esempio, il cui obiettivo è facilitare il raggiungimento dell'obiettivo al visitatore, nel minor tempo possibile, una valutazione del tempo di permanenza risulterebbe penalizzante.

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here