Attesa una valanga di notebook

I costruttori di pc, in questa fase dell’anno, sembrano voler trarre il massimo profitto dal rinnovato interesse di mercato verso i notebook, soprattutto dopo l’introduzione del processore Mobile Pentium Mmx da parte di Intel. Hewlett-Packard, Digital …

I costruttori di pc, in questa fase dell'anno, sembrano voler trarre il
massimo profitto dal rinnovato interesse di mercato verso i notebook,
soprattutto dopo l'introduzione del processore Mobile Pentium Mmx da parte
di Intel. Hewlett-Packard, Digital e Dell si presentano quasi in
contemporanea sulla linea di partenza, con significativi rinnovamenti di
gamma.
Da Hp stanno per arrivare i primi Omnibook dotati di processore
"Tillamook", con un design più leggero e sottile rispetto alle linee
attuali. I modelli della serie 3000 Ctx avranno Mobile Pentium Mmx a 200 o
233 MHz, dischi fino a 4 Gb, Ram da 32 Mb e drive Cd-Rom opzionale. Il peso
dovrebbe essere intorno ai 3 kg (Cd-Rom incluso), mentre lo spessore non
dovrebbe superare i 4,3 cm. Il prezzo, sul mercato Usa, oscilla fra i 3.700
e i 4.500 dollari.
La mossa di Hewlett-Packard rientra in una più generale revisione della
strategia sui portatili, fatta di aggressività tecnologica e commerciale,
anche per rafforzare un brand non troppo consolidato in questo comparto.
Nel primo trimestre del 1998 è atteso l'arrivo di un modello ultrapiatto,
sviluppato in collaborazione con Mitsubishi. Si tratta di una macchina dal
peso di solo 1,4 kg e 18,4 millimetri di spessore, pur se dotata di
processori Pentium a 200 e 233 MHz. Mitsubishi introdurrà già il mese
prossimo, a partire dal Giappone, la propria versione di questo notebook,
con il nome di Pediom, per un prezzo di circa 4.900 dollari.
Digital, invece, si appresta a introdurre la nuova famiglia HiNote Vp 700,
composta da tre modelli, uno solo dei quali, tuttavia, raggiungerà il
mercato europeo. SI tratta del Vp 710, dotato di processore Pentium Mmx da
166 MHz, disco da 2,1 Gb e schermo dual scan da 13 pollici. Il prezzo
dovrebbe attestarsi intorno ai 5 milioni di lire. Digital ridurrà, in
contemporanea con il lancio dei nuovi prodotti, anche i prezzi della linea
Vp 500, composta da cinque modelli. Il taglio sarà mediamente del 14%.
Per finire, Dell si allinea all'offerta di prodotti "sottili", con il
Latitude Cp, forte di uno spessore di circa 4 centimetri. Il design è di
tipo modulare, con drive per Cd-Rom o floppy estraibili, per far posto,
opzionalmente, anche due batterie, per un'autonomia complessiva di circa 7
ore. Il target è quello delle aziende medio-grandi e lo si capisce anche
dai prezzi. Un modello con Pentium Mmx da 166 MHz, Cd-Rom, disco da 2,1 Gb
e schermo Lcd a matrice attiva da 12,1 pollici costa infatti 3.499 dollari
(circa 6 milioni di lire, al acambio attuale).

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here