Atos Origin, un semestre in positivo

Il secondo provider francese di servizi informatic ha raddoppiato gli utili nel primo semestre dell’anno.

Il secondo provider francese di servizi informatici, Atos Origin, ha raddoppiato gli utili nel primo semestre dell'anno, grazie a un forte aumento del fatturato domestico dovuto alla crescente richiesta di servizi di esternalizzazione da parte di aziende interessate a ridurre i loro costi. Le entrate nette sono aumentate a 67,3 milioni di euro, per un utile di 1,54 euro ad azione, dai 28,5 milioni dello stesso periodo del 2000. Il fatturato cresce dell'8,3%, a un miliardo e mezzo di euro. Atos, tra i cui clienti spiccano nomi come Vivendi Universal, ha cavalcato l'ondata di ribassi grazie ai clienti che le hanno affidato in gestione i loro sistemi informativi. Il fatturato domestico è aumentato di quasi il 20%, quello nei Paesi Bassi del 13. Il positivo andamento ha premiato il titolo della società, che ha superato i 77 euro di quotazione, totalizzando un aumento del 4% rispetto a inizio anno (a fronte di un calo del 58% registrato dall'indice cumulativo Bloomberg 500 European Computer Services). Al luglio scorso risale l'acquisizione della divisione informatica di Royal Kpn, rilevata per 163 milioni di euro.

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here