Astaro sceglie Exclusive Networks

La ricerca di partner focalizzati sui temi networking e sicurezza porta la società tedesca ad affiancare all’ormai consolidata partnership con Computerlinks un nuovo distributore.

Cambia l’assetto distributivo di Astaro.
La società ha scelto infatti di affiancare a Computerlinks, con la quale lavora da circa un anno, anche Exclusive Networks,

Il focus è dunque chiaro.
Partner distributivi della società tedesca sono realtà a valore aggiunto, fortemente focalizzate sui mondi del networking e della sicurezza.
Ben lo spiega, del resto, Roberto Baresi, country manager di Astaro in Italia «Astaro propne soluzioni Utm. Si tratta di prodotti piuttosto complessi, che hanno bisogno di partner che li conoscano bene e, soprattutto, che ben conoscano anche il contesto».
Per questo motivo, l’azione di Astaro non si limita alla revisione degli accordi di distribuzione, ma punta a una nuova focalizzazione anche quando si parla di rivenditori.
Attualmente la rete commerciale è composta da una quarantina di reseller, venti dei quali semplicemente «Registered», e dunque interessati a lavorare cn Astaro in un’ottica di opportunità, e gli altri venti «Preferred» e dunque impegnati con l’azienda sia in un’ottica di certificazione sia in un’ottica di specifico commitment sulle sue soluzioni.

«Con Computerlinks abbiamo già organizzato un roadshow con l’obiettivo di reclutare nuovi partner skillati e proseguiremo in questa direzione anche nei prossimi mesi».
Alla certificazione Preferred, che richiede alla struttura del reseller una persona certificata sulle tecnologie e sulle soluzioni Astaro, si aggiunge poi la succesiva certificazione Premier, per ottenere la quale sono necessarie due persone certificate in azienda.
I partner certificati ricevono ssupporto diretto dalla strauura Astaro sia italiana sia tedesca, anche se importante è anche il ruolo del distributore, al quale sono affidate le attività di consulenza e supporto. Attualmente Computerlinks è anche centro di formazione ed eroga il training necessario ai partner che intendono intraprendere il percorso di certificazione.

Ma qual è il mercato target che Astaro intende indirizzare insieme ai suoi partner ?
«Finora ci siamo rivolti a un’utenza di fascia medio-piccola - spiega Baresi - ma quest’anno vorremmo alzare un po’ il tiro. Il nostro obiettivo è essere percepiti come fornitore di soluzioni di sicurezza a 360°, che vanno dalle appliance hardware alle appliance software fino alle appliance virtuali ».
Non esclude, Baresi, nemmeno l’approccio in the cloud. Anzi.
«Il partner può proporre le nostre soluzioni in modalità as a service, senza dover installare l’appliance in casa del cliente, qualificandosi dunque come fornitore di security in the cloud».

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome