Arkoon: parte dall’Italia la conquista dell’Europa

La società francese comincia dal nostro Paese la corsa all’internazionalizzazione e cerca nuovi partner esperti di sicurezza.

27 febbraio 2004

Arkoon è una realtà francese che progetta e commercializza soluzioni di sicurezza multilivello, destinate alla protezione perimetrale di reti e sistemi informatici. I suoi prodotti si basano sulla tecnologia proprietaria Fast e integrano le funzionalità di firewall, firewall applicativo di livello 7, prevenzione delle intrusioni e antivirus.
La società ha la sua sede a Lione (Francia) ed è stata fondata nel gennaio del 2000. A oggi impiega circa 50 persone (20 delle quali attive nella ricerca e sviluppo) e vanta oltre 800 clienti, che serve attraverso una rete di oltre 80 partner e rivenditori abilitati in tutta Europa.

"Lo scorso anno abbiamo realizzato un fatturato pari a 5 milioni di euro, in crescita del 55% rispetto al 2002 - ha precisato Thierry Rouquet, presidente di Arkoon Network Security -. Il nostro obiettivo è di raggiungere nel 2006 un fatturato di 30 milioni di euro, la metà dei quali gerati al di fuori della Francia".

La società ha rilasciato nelle scorse settimane Fast In Line Idps, un sistema di intercettazione e prevenzione delle intrusioni combinato con una tecnologia di firewalling. Il motore di analisi di Fast identifica gli attacchi in base alle firme e decodifica i protocolli di comunicazione. La combinazione di queste due tecnologie permette di limitare il database alle sole firme non identificabili tramite la decodifica applicativa, ottimizzando le prestazioni del sistema. Funziona sulla base del principio dell'interruzione e blocca le intrusioni senza rallentare il flusso dei dati o ingenerare falsi allarmi, grazie all'utilizzo di un database di firme contestuali (che contiene, oggi, oltre 650 firme identificate) e di un sistema di scoring delle firme. L'offerta di Arkoon si rivolge sia alle realtà di classe enterprise che alle Pmi, con due gamme di applicazioni firewall battezzate, rispettivamente, Color e Titanium.

Obiettivi ambiziosi
"Il 2003 è stato, per noi, un anno di consolidamento delle attività in patria - ha tenuto a sottolineare Rouquet - mentre il 2004 segna l'avvio del rollout in Europa, partendo proprio dall'Italia". La società vanta già una presenza commerciale in Italia, da oltre un anno, e dispone di referenze del calibro di Boero, Comune di Monza o Acquario di Genova. La struttura italiana, con sede a Milano, conta oggi su una sola persona ma altre due dovrebbero aggiungersi nei prossimi mesi.

"Il nostro obiettivo a fine 2004 è di riuscire a ottenere in Italia un fatturato, in termini di sell-in, pari a un milione di euro - ha puntualizzato il manager -. Per fare questo, parallelamente allo sviluppo della struttura interna abbiamo deciso di ampliare la rete dei partner, con consistenti investimenti in attività di marketing e scouting". Nel nostro Paese, infatti, la società opera di concerto con una decina di rivenditori, due di respiro nazionale come Ecs e Pres e alcuni partner regionali quali Sotjam di Genova, Promhus di Bologna, Ic Network 2000 di Sassari, Seti di Olbia o Telecom & Capital Express di Torino. "L'idea è di arrivare ad avere, a fine anno, almeno 15 partner certificati - ha concluso Rouquet -. Deve trattarsi di aziende con una consolidata esperienza nel settore della sicurezza, anche se siamo rimasti piacevolmente sorpresi nel constatare che la qualità tecnica dei partner italiani in questo segmento è decisamente alta, superiore alla media europea".

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here