La presenza di Archos quest’anno al Mobile World Congress 2018 di Barcellona è all’insegna di numerose novità, alcune molto originali. Abbiamo già parlato di Archos Citee Connect, il monopattino equipaggiato con Android. L’azienda francese ha lanciato anche tre nuovi smartphone Android con schermi borderless, i modelli Core 55S, 57S e 60S. E il nuovo computer all-in-one Vision 215, con schermo da 21,5”, design slim e sistema Windows 10 Home.

Non finiscono qui le novità del marchio. Si aggiungono infatti due anteprime di prodotti appartenenti a categorie abbastanza nuove. Archos Hello è un assistente smart con display da 7 pollici HD e speaker integrato. Archos Safe-T mini è un portafoglio hardware ideato per proteggere bitcoin e altre criptovalute.

Archos Hello

Non è incentrato prevalentemente sulla riproduzione di musica, anche se comunque integra uno speaker. È quindi uno smart display più che uno smart speaker. Anche se, le diverse definizioni dipendono spesso, più che altro, da scelte commerciali e di marketing. Si tratta in ogni caso di un device connesso e smart progettato per eseguire diversi compiti. In pratica, uno dei nuovi assistenti domestici attualmente tanto in voga. È smart poiché è dotato di un sistema operativo incorporato, Android Oreo. E di una propria capacità di elaborazione dati, grazie al processore quad-core e ai 2 GB di memoria RAM. Archos Hello è inoltre fornito di un display HD da 7 pollici o da 8,4 pollici, a seconda del modello.

Archos HelloIl design non è anni luce dissimile dall’Echo Show basato sull’assistente Alexa, di Amazon. Nel caso di Archos Hello, le funzioni smart propendono naturalmente più verso la piattaforma Google, dato il sistema operativo utilizzato. Hello può essere utilizzato in modalità ritratto o paesaggio, quindi posizionato in verticale o orizzontale. Supporta la connettività wireless Wi-Fi e Bluetooth. Dispone inoltre di quattro microfoni multi-direzionali e di una fotocamera da 5 megapixel. Può svolgere attività quali ricevere o effettuare videochiamate grazie a Google Duo. Oppure inviare messaggi, riprodurre musica, rispondere a comandi vocali e richieste sulle news, previsioni meteo e così via. Supporta numerosi servizi e app, quali Google Music, Spotify, YouTube e altri. E può collegarsi agli oggetti connessi compatibili presenti nella casa.

Archos Hello sarà disponibile dall’estate 2018. Avrà prezzi da 129,99 euro per la versione da 7 pollici e da 179,99 euro per quella da 8,4 pollici.

Archos Safe-T mini

Archos Safe-T miniÈ di tutt’altro tenore il secondo dispositivo annunciato in anteprima al MWC 2018. Fa comunque anch’esso parte di un settore attualmente molto sotto i riflettori. Archos Safe-T mini è infatti un portafoglio hardware che serve per proteggere bitcoin e altre criptovalute. Aiuta gli utenti a garantire lo storage di private keys e proteggere da tentativi di hacking. Si tratta del primo progetto del team di ricerca e sviluppo dell’azienda francese in questo settore. Per garantire la tracciabilità del processo, Archos informa che il dispositivo sarà fabbricato in Francia.

Archos Safe-T mini genera e memorizza una private key sul portafoglio offline, per impedire l’accesso agli hacker. Esegue anche tutte le operazioni crittografiche sul dispositivo, offline, e visualizza le informazioni sulla transazione in una schermata. Il dispositivo richiede il software del produttore e la configurazione di un codice PIN. Il collegamento al computer avviene facilmente mediante cavo USB. Archos Safe-T mini è compatibile con i software Electrum, Ethereum, GreenAddress/Greenbits, MyCrypto, Mycelium. Supporta Bitcoin, Bitcoin Cash, Dash, Litecoin, Zcash e molti altri.

Archos Safe-T mini sarà disponibile a partire da giugno 2018 al prezzo di 49,99 euro.

Maggiori informazioni sul sito dell’azienda.

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato sulle novità tecnologiche iscriviti alla newsletter gratuita.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here