Home Mercato Apre Sesamo, startup di ecommerce per il rilancio dalla crisi Covid-19

Apre Sesamo, startup di ecommerce per il rilancio dalla crisi Covid-19

Dopo un anno di lavoro, e in tempo per abilitare le aziende in piena Fase 2 della crisi Covid-19, arriva la piattaforma Sesamo di ecommerce, che si propone di cambiare il paradigma del B2B online.

Non è un mistero come a livello globale Alibaba sia il player dominante nel mercato online B2B.

In questo contesto, i negozianti non fanno acquisti all’ingrosso come avviene tradizionalmente, ma fanno normali acquisti online.

Si tratta di un modello di business inesistente in Italia: le piattaforme che collegano fornitori e partite Iva si contano sulle dita di una mano.

Il motivo? Tempistiche di spedizione e prezzi non competitivi; si spende meno e si compera più velocemente in magazzino che non usando un marketplace online.

A Padova in pieno Coronavirus è stata per questo scopo fondata Sesamo, una start up dal management internazionale e dall’anima italiana che si è data due obiettivi: proporre i prezzi più bassi sul mercato e gestire le spedizioni più veloci nel segmento ecommerce B2B.

Il metodo è rivoluzionario per gli e-shop B2B: spazi di stoccaggio gestiti direttamente, merce di proprietà e una logistica integrata. È la definitiva rivoluzione nella digitalizzazione del business-to-business: il Veneto è in prima fila in questo processo, che porterà l’Italia a riorganizzare questo canale di vendita con un ecommerce più performante rispetto ai marketplace e aggregatori di vendite oggi esistenti.

I soci fondatori sono tre giovani manager quarantenni. A guidare il team, Bassel Bakdounes, di padre siriano ma cresciuto in Italia, founder di Velvet Media, agenzia di marketing che ha tra i propri core business la vendita on line: la sua azienda avrà il timone del progetto.

C’è poi Ken Zhao, di origini cinesi, vive nel Padovano: Ceo di Obor Group, gruppo internazionale composto da aziende dedicate al commercio a vari livelli, tra cui JG Europe di base a Carmignano di Brenta che si occupa di importazione e distribuzione di prodotti esteri e di esportazione di prodotti italiani.

Il terzo è Edwin Leusink, olandese che si occupa di business development e internazionalizzazione in Italia, Medio Oriente e Asia. Il progetto ha visto la collaborazione di importanti realtà del mondo del commercio elettronico, da citare la supervisione di Giovanni Cappellotto, guru dell’ecommerce italiano.

sesamo

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato sulle novità tecnologiche

css.php