Approvate le nuove condizioni di accesso al Fondo di garanzia

Tra le principali novità: l’incremento delle percentuali di intervento del Fondo e dell’importo massimo garantito in relazione a specifiche categorie di soggetti beneficiari, aree geografiche di appartenenza e tipologie di operazioni finanziarie.

Il Decreto ministeriale del 23 novembre 2012,
in corso di pubblicazione nella Gazzetta Ufficiale, ha approvato le nuove condizioni di ammissibilità e le disposizioni di carattere generale per
l’amministrazione
del Fondo di
garanzia per le piccole e medie imprese
, di cui all’art. 2, comma 100,
lettera a), della legge 23 dicembre 1996 n. 662.

Nell’allegato
1, che costituisce parte integrante del decreto, è riportato il testo
delle condizioni di ammissibilità e delle disposizioni di carattere generale.
Nell’allegato 2 al decreto è invece riportato il testo dei criteri di valutazione
economico – finanziaria delle imprese per l’ammissione delle operazioni.

Sono inoltre disponibili on line le nuove Disposizioni operative
del Fondi di garanzia per le Pmi
.

Già adottata dal Comitato di gestione del Fondo, la nuova
normativa viene pubblicata sul web a solo titolo informativo poiché entrerà in
vigore dal giorno successivo alla data di pubblicazione, nella Gazzetta
Ufficiale, del decreto di approvazione del Ministro dello sviluppo economico.

Le Disposizioni Operative sono state integrate e modificate in
attuazione del decreto del Ministro dello sviluppo economico, di concerto con
il Ministro dell’economia e delle finanze, del 26 giugno 2012. Sono state
inoltre recepite le delibere di carattere generale già approvate dal Comitato
di gestione del Fondo per una maggiore completezza della disciplina di
funzionamento del Fondo nel rispetto dei princìpi di sana e prudente gestione e
di criteri di semplificazione.

Tra le principali modifiche introdotte si segnala l’incremento delle percentuali di
intervento del Fondo e dell’importo massimo garantito
in relazione a specifiche categorie di soggetti beneficiari, aree
geografiche di appartenenza, tipologie di operazioni finanziarie
. Viene
inoltre rimodulata la misura delle
commissioni di accesso
alla garanzia del Fondo.

La nuova disciplina, sia per la garanzia diretta sia per la
controgaranzia, prevede che i soggetti richiedenti acquisiscano prima della
presentazione della domanda di accesso al Fondo, il modulo di richiesta dell’agevolazione (l’allegato 4 delle nuove
Diposizioni Operative), compilato e sottoscritto dal legale rappresentante
della Pmi beneficiaria.

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here