Apple

Apple ha reso noti i risultati finanziari del suo quarto trimestre fiscale, che si è chiuso il 29 settembre 2018.

Il fatturato trimestrale è stato pari a 62,9 miliardi di dollari, in aumento del 20% rispetto allo stesso trimestre dell’anno scorso. L’azienda ha annunciato un utile trimestrale per azione diluita pari a 2,91 dollari, in crescita del 41 percento.

Le vendite internazionali hanno rappresentato il 61 percento del fatturato del trimestre. L’iPhone ha visto una forte crescita come revenue ma è più o meno stabile come unità vendute, rispetto al Q4 2017. L’iPad vede una flessione sia nelle revenue che nelle unità vendute, rispetto allo scorso anno, e anche rispetto al Q3 2018. C’è da dire che i nuovi iPad Pro sono stati annunciati a ottobre.

Apple: servizi al galoppo

A spingere i ricavi contribuiscono molto anche i servizi, che fanno la parte del leone. I ricavi sui servizi hanno infatti segnato il massimo storico di 10 miliardi di dollari. La crescita nelle revenue anno su anno è stata del 17%.

Tuttavia, escludendo un adeguamento favorevole una tantum di 640 milioni di dollari riconosciuto l’anno scorso, informa Apple, il fatturato dei servizi è cresciuto da 7,9 miliardi di dollari nel Q4 2017 a 10 miliardi di dollari nel quarto trimestre 2018. Considerando ciò, c’è un incremento del 27 percento.

La voce Services di Apple include servizi e contenuti digitali, AppleCare, Apple Pay licensing e altri servizi dell’ecosistema della Mela. Tim Cook ha sottolineate la buona performance di abbonamenti a pagamento e Apple Pay.

Gli altri prodotti (Other Products) sono anch’essi in crescita. Questi includono AirPod, Apple TV, Apple Watch, prodotti Beats, HomePod, iPod touch e altri accessori a marchio Apple e di terze parti. In questo segmento, si registrano forti performance di wearable e Apple TV.

A questo indirizzo è disponibile il comunicato ufficiale Apple, con le informazioni complete sui risultati del quarto trimestre. Nella pagina sono disponibili anche i link per consultare il bilancio consolidato e il riepilogo dei dati. È inoltre presente anche il link, che rimarrà attivo per alcuni giorni, per ascoltare lo streaming della conference call. Nonché i commenti dei dirigenti Apple.

Soluzioni, non prodotti

Luca Maestri, Senior Vice President e Chief Financial Officer di Apple, ha fornito ulteriori dettagli. Ha sottolineato la crescita a doppia cifra delle revenue in tutti i segmenti geografici, anno su anno. Tra i Paesi di cui ha evidenziato la forte performance, c’è anche l’Italia.

Luca Maestri ha evidenziato anche i successi nel settore enterprise, guidati da importanti collaborazioni. Tra queste, vengono citate la partnership strategica con IBM e la collaborazione con SalesForce.

Maestri ha poi preannunciato alcune modifiche che saranno apportate nel reporting dei risultati finanziari, da parte di Apple. A partire dal trimestre di dicembre, Apple non fornirà più dati di vendite di iPhone, iPad e Mac.

Maestri ha sottolineato come il numero di unità vendute in un periodo di novanta giorni non sono necessariamente indice della forza del business dell’azienda. A maggior ragione in uno scenario dove a essere offerta è una soluzione, non un mero prodotto hardware. Le unità vendute sono inoltre meno rilevanti ora, rispetto al passato. La voce “altri prodotti” verrà inoltre rinominata per offrire una descrizione più precisa.

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato sulle novità tecnologiche iscriviti alla newsletter gratuita.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome