Apple “libera” il mouse

Lanciato il Mighty Mouse senza fili con Bluetooth. Commercializzato a 69 euro, dispone di 4 tasti programmabili

Contraddistinto dalla comodità della connettività wireless, il nuovo
wireless Mighty Mouse di Apple basato su
Bluetooth 2.0 si presenta agli utenti Mac come un mouse
multi-tasto, utilizzabile anche in modalità mono-tasto. Include
fino a quattro tasti programmabili indipendentemente e una
Scroll Ball che permette di spaziare in più direzioni. In base ai dati Apple, il suo
motore di tracciamento laser è 20 volte più sensibile rispetto ai mouse ottici,
permettendo il tracciamento su svariate superfici.


Il wireless Mighty Mouse si adatta sia alla mano destra che a quella sinistra
ed è dotato di un case senza fessure, con sensori al tatto programmabili che
funzionano da tasto primario o secondario. Con un clic sul lato superiore
destro o sinistro, si accede a funzionalità come i menù contestuali che si
trovano in Mac OS X. Gli altri due tasti del mouse sono invece attivati
schiacciando la Scroll Ball e premendo ai lati, e possono essere programmati per
dare accesso alle funzionalità di Mac OS X “Tiger” (versione
10.4.6 o versioni successive) come Spotlight, Dashboard e Exposé, o per lanciare
applicazioni come Safari o iChat.


Incluso un sistema di gestione dell'autonomia che
passa automaticamente alla modalità a basso consumo quando il mouse resta inattivo
e si spegne quando non viene utilizzato, per mantenere l'autonomia della
batteria; funziona sia con una che con due pile AA. Il mouse è abbinabile
sia a un desktop Mac con Bluetooth abbinato a una tastiera wireless, sia a un
MacBook.


Il wireless Mighty Mouse è disponibile a un
prezzo pari a 69 euro.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome