Apple: dividendi e buyback, 17 anni dopo

La società decide di investire 45 miliardi dei 98 disponibili per pagare, per la prima volta dopo 17 anni, un dividendo ai suoi azionisti e per un piano di buyback su base triennale.

Come avevamo anticipato questa mattina, Apple ha finalmente annunciato un piano di destinazione dei 98 miliardi di dollari di cash che attualmente detiene.
E, come molti osservatori avevano anticipato e tutti gli azionisti speravano, dopo diciassette anni ha annunciato la distribuzione di un dividendo a chi possiede sue azioni.

In realtà, come già qualche analista aveva anticipato, la società ha deciso di diversificare la destinazione del fondo.
Così 45 miliardi di dollari saranno destinati nei prossimi tre anni sia al pagamento dei dividendi sia a un'azione di buyback sulle azioni Apple.

Ai suoi azionisti, per la prima volta dal 1995, l'azienda ha deciso di corrispondere un dividendo trimestrale di 2.65 dollari per azione a partire dal prossimo mese di luglio, mentre a partire dal nuovo anno fiscale è prevista una prima tranche di buyback di azioni fino a un massimo di 10 miliardi di dollari. 

In ogni caso, l'azienda ha tenuto a precisare, il primo obiettivo per Apple restano i prodotti e le attività di ricerca e sviluppo: per questo motivo, la liquidità serve a sostenere il percorso evolutivo dell'offerta e la nascita di nuovi prodotti e servizi. 

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here