Home Digitale App Immuni, a giugno via alla sperimentazione in 3 regioni

App Immuni, a giugno via alla sperimentazione in 3 regioni

Si avvicina finalmente il rilascio della discussa app Immuni, che verrà testata a giugno in 3 regioni per poi (se tutto andrà bene) essere utilizzata su tutto il territorio nazionale.
Le regioni scelte sono Liguria, Abruzzo e Puglia.

Nel frattempo, è stato pubblicato il codice sorgente di Immuni sulla nota piattaforma Github, un altro step importante per garantire il rispetto della privacy, tema su cui si è molto dibattuto (anche aspramente) in queste settimane.

Tuttavia le questioni rimaste senza una risposta univoca sono numerose ed è difficile immaginare che in tempi brevi si possa assistere a significativi passi in avanti.

Prima di tutto, la ormai nota soglia minima di utenti perché la app sia efficace: si parla di almeno il 60% della popolazione, percentuale decisamente elevata e non facile da raggiungere, soprattutto dato che l’uso di Immuni sarà opzionale. Alcuni, come il sindaco di Milano Beppe Sala, contestano l’assenza di un chiaro segnale sul personale dedicato all’esame dei dati raccolti, ricordando come in altre nazioni per progetti analoghi si siano mossi da tempo assumendo migliaia di persone.

La sensazione diffusa è che non ci sia sufficiente chiarezza su metodi e scopi, un trend di comunicazione che ha contraddistinto questi difficili mesi. Moltissime persone a rilasciare dichiarazioni, spesso non allineate fra loro, che hanno contribuito non poco a generare confusione in una popolazione già duramente provata dalla combinazione di virus e crisi economica.

Non rimane che sperare in un cambio di passo, e che Immuni sia il primo tassello di una vera rinascita del nostro paese dopo l’emergenza Covid-19

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato sulle novità tecnologiche

css.php