Home Cloud Anthos Developer Sandbox, l’ambiente di sviluppo cloud gratuito

Anthos Developer Sandbox, l’ambiente di sviluppo cloud gratuito

Anthos è la risposta di Google Cloud alle esigenze di cloud ibrido e multi-cloud delle aziende: una piattaforma capace di eseguire un’ampia varietà di applicazioni, nuove o esistenti, funzionanti su Linux o Windows, long-running o serverless, in grado di scalare rapidamente in base alla richiesta.

Con Anthos, sottolinea la società di Mountain View, non solo è possibile scegliere come vengono eseguite le applicazioni aziendali, ma anche dove si trovano i runtime: on-premise, in Google Cloud o su un altro cloud provider.

Google Cloud Anthos

Google Cloud ha ora lanciato la Anthos Developer Sandbox, che offre un modo semplice per imparare a sviluppare su Anthos. In pochi minuti, promette Google Cloud, sarà possibile avere una visione d’insieme di Anthos incentrata sullo sviluppo.

Inoltre, la Anthos Developer Sandbox è disponibile gratuitamente per chiunque abbia un account Google. Non è necessario essere clienti di Google Cloud, né che la fatturazione sia abilitata. Allo stesso modo, non serve il supporto del proprio reparto IT per sperimentare con Anthos: è infatti disponibile un workflow guidato che permette di iniziare a utilizzare la Sandbox per creare e iterare le proprie applicazioni.

Anthos Developer Sandbox include alcuni strumenti abbinati a un flusso guidato per imparare a utilizzarli.

Google Cloud Anthos

 

Annunciato il mese scorso e disponibile su ide.cloud.google.com, Cloud Shell Editor è come una workstation di sviluppo nel cloud: semplifica il deployment di app native del cloud da un IDE nel browser, è potenziato dalla piattaforma IDE Eclipse Theia e include tutti gli strumenti sottostanti di cui lo sviluppatore ha bisogno.

Cloud Code è un set di potenziamenti dell’IDE che offre gli strumenti necessari per lo sviluppo moderno cloud-native, come Skaffold e Minikube, e fornisce un’esperienza di sviluppo idiomatica e coerente.

Cloud Build Local è uno strumento per eseguire build di Cloud Build in locale, senza la necessità di un progetto Google Cloud Platform attivo.

Con questi tre componenti lo sviluppatore ha tutto ciò di cui ha bisogno per iterare, eseguire il debug e testare le proprie applicazioni prima di distribuirle su Anthos. Una volta terminata la fase di test e sperimentazione, Anthos Developer Sandbox ripulisce tutte le risorse correlate in modo automatico. Anthos Developer Sandbox, sottolinea ancora Google Cloud, non comporta alcun costo poiché è interamente incapsulato nell’ambiente gratuito di Cloud Shell.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato sulle novità tecnologiche

css.php