Android Q

Quali novità porterà Android Q, la versione 10 del sistema operativo mobile di Google, caratterizzata dall’inconfondibile robottino verde? Nel descriverle, dando notizia della disponibilità della Beta 3, Google parte da più lontano, dalla strada fatta finora.

Quest'anno, in cui raggiunge la versione 10, Android è in funzione su oltre 2,5 miliardi di dispositivi attivi. Dalla versione 1.0, che debuttava quando gli smartphone erano agli inizi, molto è cambiato. E i cambiamenti tecnologici sembrano farsi ancora più veloci e repentini, di anno in anno.

Tuttavia, ora lo smartphone è uno strumento che ricopre un ruolo sempre maggiore nella vita digitale degli utenti. Sia nel lavoro che nel tempo libero. Ciò, sottolinea Google, porta a dare priorità agli strumenti che aiutano gli utenti a trovare un equilibrio con la tecnologia.

Il colosso di Mountain View ha dunque evidenziato di essersi concentrato su tre aree chiave per la prossima versione del sistema operativo, Android Q. Queste sono: innovazione, sicurezza e privacy e benessere digitale.

Android Q, pronto per l’era del 5G

Le nuove tendenze del settore mobile per quest'anno sono gli smartphone pieghevoli e il 5G. Android Q, è questo il primo punto che Google evidenzia, è progettato per supportare il potenziale dei dispositivi pieghevoli. Dal multi-tasking all'adattamento a diverse dimensioni dello schermo quando l’utente apre il telefono.

Google “incorona” inoltre Android Q quale primo sistema operativo a supportare il 5G. La nuova versione offre agli sviluppatori di app gli strumenti per sfruttare connessioni più veloci e per migliorare le esperienze d’uso, ad esempio con la realtà aumentata.

Il machine learning on-device è un altro dei trend importanti per il mobile. Questo può abilitare funzionalità avanzate quali la sottotitolazione automatica dei contenuti multimediali, importante per l’accessibilità.   

Android QIl machine learning on-device potenzia anche la funzione Smart Reply, ora integrata nel sistema di notifiche di Android. Ciò consente a qualsiasi app di messaggistica di suggerire risposte nelle notifiche. Smart Reply sarà anche in grado di prevedere in modo intelligente la prossima azione dell’utente. Ad esempio, se qualcuno invia un indirizzo, è possibile semplicemente un tocco per aprire quell'indirizzo in Maps.

Sicurezza e privacy

In Android Q, mette in evidenza Google, ci sono quasi 50 nuove funzionalità e modifiche incentrate sulla sicurezza e sulla privacy. Ad esempio, Google ha aggiunto una sezione Privacy dedicata, nelle Impostazioni, dove sono presenti i controlli più importanti in materia, riuniti in un unico posto.

Sempre nelle Impostazioni c’è anche una nuova sezione Location che ora offre maggiore trasparenza e controllo granulare sui dati di localizzazione condivisi con le app. Ora l’utente può scegliere di condividere i dati sulla posizione con le app solo mentre sono in uso. Inoltre, riceverà promemoria quando un'app utilizza la posizione in background, in modo che possa decidere se continuare o meno la condivisione. Android Q fornisce anche maggiori protezioni per altre informazioni sensibili sui dispositivi, come i numeri di serie.

Inoltre, Google sta introducendo una modalità per far sì che il dispositivo ottenga gli ultimi aggiornamenti di sicurezza e privacy in modo più veloce. Con Android Q, gli aggiornamenti per i componenti importanti del sistema operativo saranno effettuati in background, in modo simile all’aggiornamento delle app. Ciò significa che il device riceverà gli ultimi fix di sicurezza e miglioramenti della privacy non appena essi sono disponibili, senza dover riavviare il telefono.

Anche per quel che riguarda il benessere digitale, ci sono novità. La nuova modalità Focus è progettata per aiutare l’utente a concentrarsi senza distrazioni. L’utente può selezionare le app che possono distrarre, come l'e-mail o le ultime notizie, e “silenziarle” finché non esce dalla modalità Focus.

Family Link aiuta i più piccoli e le famiglie a trovare un migliore equilibrio con la tecnologia. E saranno aggiunte funzionalità molto richieste come il bonus time e la possibilità di impostare limiti di tempo specifici per app.

Android QUn’altra funzionalità molto richiesta dagli utenti, che arriverà con Android Q, è il tema scuro. Tra le altre novità, la navigazione basata su gesti, nuovi codec audio e video supportati e altro.

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato sulle novità tecnologiche iscriviti alla newsletter gratuita.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome