Home Prodotti Mobile Smart working con Android, le nuove funzioni di produttività e accessibilità

Smart working con Android, le nuove funzioni di produttività e accessibilità

Dall’accessibilità alla versione Auto alle funzioni che rendono il lavoro ibrido un po’ più facile, Google sta rilasciando nuove funzioni che aiutano a fare di più con il proprio smartphone Android.

Per le persone con disabilità motorie e del linguaggio, Camera Switches e Project Activate sono due nuove funzioni di accessibilità che permettono di usare il telefono con i gesti facciali.

Accessibilità: gesti facciali e riconoscimento della scrittura

Camera Switches è una funzione della Android Accessibility Suite che trasforma la fotocamera frontale in uno strumento adattivo che sostituisce una tastiera, un mouse o lo schermo touch del telefono, in modo da poter navigare nel proprio telefono.

Android

Project Activate è invece una nuova app che rende più facile comunicare ed esprimere se stessi, utilizzando gesti facciali e movimenti degli occhi per attivare azioni preimpostate come dire una frase, riprodurre audio (come ad esempio una risata) o inviare un messaggio di testo.

Sempre per quanto riguarda l’accessibilità, Google sta anche portando il riconoscimento della scrittura a mano in Lookout, un’app che utilizza la fotocamera del telefono per aiutare le persone ipovedenti o non vedenti a fare le cose in modo più veloce e facile.

Produttività: foto, promemoria, Gboard e altre novità

La Cartella bloccata in Google Foto, precedentemente disponibile solo su Pixel e presto in distribuzione su Android, fornisce uno spazio protetto da passcode per salvare foto e video sensibili separatamente, in modo che non vengano visualizzati mentre l’utente scorre le foto.

Gboard aiuterà a comunicare in modo più veloce e fluido con nuove funzionalità.

In primo luogo, quando si copia un testo che include più informazioni, come numeri di telefono, indirizzi email e URL, Gboard li estrae automaticamente e li separa in più opzioni, in modo da poter scegliere le informazioni che sono più importanti.

Android

Poi, quando si apre un’app di messaggistica subito dopo aver fatto uno screenshot, Gboard ora mostrerà quello screenshot come un suggerimento da condividere. Infine, per i dispositivi con Android 11 o più recenti, la potenza del machine learning permette di completare rapidamente le frasi solo con uno swipe, con Smart Compose.

Con le impostazioni di visibilità migliorate in Condivisione nelle vicinanze, è possibile avere il pieno controllo su chi può scoprire il proprio dispositivo e inviare file. È possibile scegliere tra tutti, i propri contatti o nessuno, e si possono facilmente cambiare le preferenze in qualsiasi momento.

In tema produttività, è ora possibile gestire in modo più semplice ed efficace i propri task quotidiani utilizzando i promemoria da Google Assistant.

È possibile continuare a utilizzare la voce per creare e automatizzare i to-do. Ed è ora possibile gestire tutti i promemoria in un unico posto, chiedendo all’Assistant di aprire i Reminder.

Android Auto: nuove funzioni per il lavoro ibrido

Per chi si sposta spesso in macchina in situazioni di lavoro ibrido, Android Auto può aiutare a stare dietro alle riunioni di lavoro e ai messaggi importanti, con il nuovo supporto per il work profile.

Inoltre, gli utenti di un telefono Android dual-SIM ora possono scegliere quale scheda SIM utilizzare quando fanno le chiamate attraverso Android Auto.

È in arrivo un aggiornamento anche per Waze su Android Auto, per un’esperienza di navigazione più snella. Il nuovo design include il supporto per il touchpad, la modalità notturna e il supporto per la funzione lane guidance, e mette la mappa e le indicazioni in primo piano in modo che altri elementi non siano d’intralcio.

Queste funzioni di Android Auto saranno presto disponibili sui telefoni Android se collegati a un’auto compatibile.

Per quanto riguarda le funzioni di entertainment, con Android Auto gli utenti possono ascoltare la propria musica preferita, le notizie e i podcast con i consigli personalizzati di Google Assistant. Inoltre – ha messo in evidenza Google – anche giocare a una varietà di giochi da GameSnacks mentre sono fermi e parcheggiati.

Infine, per quando ci si sposta a piedi invece che in auto, con la funzione Heads Up è possibile ricevere promemoria per guardare in alto e stare attenti quando si cammina e si usa il telefono. Lanciato per la prima volta su Pixel all’inizio di quest’anno, Heads Up è ora disponibile attraverso l’impostazione Benessere digitale sui dispositivi con Android 9 e più recenti.

Smart home: controllare i Tv Android con lo smartphone

Passando al tema dell’intrattenimento in casa, Google ha incorporato funzioni di controllo remoto direttamente nel telefono Android per accendere il televisore, navigare tra i suggerimenti o persino avviare il proprio programma preferito direttamente dallo smartphone.

Ed è possibile usare la tastiera del telefono per digitare rapidamente password complicate, nomi di film o termini di ricerca. Queste funzioni sono utilizzabili su Google TV o su altri dispositivi Android TV OS, con l’app Google TV che è in arrivo in altri 14 Paesi nelle prossime settimane.

In pratica la nuova versione dell’app Google TV trasformerà lo smartphone in un telecomando per gli smart Tv basati sul sistema operativo Android.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato sulle novità tecnologiche

css.php