Andati esauriti i fondi per il commercio elettronico

Esauriti nella prima giornata utile per la presentazione delle domande i fondi disponibili per i progetti sull’e-commerce.

28 febbraio 2003 Sono andati esauriti in una
sola giornata, la prima di presentazione delle domande, i fondi resi disponibili
con i due bandi relativi a e-commerce e collegamento telematico. Sul sito del
Ministero delle attività produttive, la comunicazione cita testualmente:
"Con decreto 28 febbraio 2003, in corso di pubblicazione nella Gazzetta
Ufficiale, è stata disposta la sospensione, alla data del decreto, della
ricezione di ulteriori domande sui due bandi, anticipando la data di chiusura
prevista dalle circolari 10 dicembre 2002 n. 900501 e 10 dicembre 2002 n.
900502. La sospensione è stata disposta in quanto le domande presentate nel
primo giorno di apertura del bando determinano l'esaurimento delle risorse
finanziarie disponibili
".
A sua volta il Decreto del Ministero
di Chiusura dei Bandi chiarisce
:
"Considerato
che la presentazione delle domande al "Gestore" concessionario, costituito dal
raggruppamento temporaneo di imprese composto da MCC S.p.A, Banco di Sicilia
S.p.A. e IRFIS Mediocredito della Sicilia S.p.A., per la prenotazione delle
risorse a seguito delle disposizioni previste nel punto 3.4 delle predette
circolari nn. 900501 e 900502 ha avuto inizio il 27 febbraio
2003;
Considerato che con decreto del Direttore Generale
degli Incentivi alle Imprese del 24 luglio 2002, sono state approvate le
graduatorie dei progetti ammissibili alle agevolazioni presentate a valere su
due bandi precedenti, emanati con circolare n. 900379 del 10 aprile 2001 e n.
900582 del 31 maggio 2001 e sono state prenotate una quota parte delle risorse
totali ai sensi dei commi 5 e 6, dell'art. 103, della legge n.
388/2000;
Considerato che gli interventi previsti con i due
bandi emanati con le circolari n. 900501 e 900502 dispongono una procedura
automatica di cui all'art. 4 del decreto legislativo 31 marzo 1998, n. 123 per
l'approvazione delle domande;
Visto che alla data del 27
febbraio 2003 risultano presentate al "Gestore", domande che sui progetti di
investimento richiedono agevolazioni i cui importi in totale superano le
disponibilità finanziarie previste in bilancio per le due tipologie di
intervento, da cui ne consegue l'obbligo di comunicare la sospensione della
ricezione di ulteriori domande, a partire dal 28 febbraio
2003"
e decreta la sopensione della ricezione delle
domande
.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome