Anche Oracle vuole contribuire al registro dell’e-business

Oracle si unirà allo sforzo già annunciato da Microsoft, Ibm e Ariba per la creazione di un directory basato su Web che aiuterà le aziende a stabilire relazioni d’affari su Internet. In precedenza, quello di Oracle era stata l’asse …

Oracle si unirà allo sforzo già annunciato da Microsoft, Ibm e Ariba
per la creazione di un directory basato su Web che aiuterà le aziende
a stabilire relazioni d'affari su Internet. In precedenza, quello di
Oracle era stata l'assenza più vistosa dalla rosa di partecipanti al
progetto, che oggi può contare su circa 130 supporter. Il management
di Oracle ha dichiarato che il motivo di questa partecipazione è la
decisione, da parte dei tre promotori, di rendere meno proprietaria
la tecnologia che sarà alla base del futuro super registro
dell'e-business. Lo scorso settembre, Microsoft, Ibm e Ariba avevano
proposto un nuovo standard e una iniziativa che permettesse alle
aziende di inserire il proprio nominativo in un registro on line di
tutti i servizi messi a disposizione degli altri utenti
professionali. Il registro, oltre a consentire la ricerca e
l'individuazione del servizio più indicato, dovrebbe rappresentare
una vera e propria piattaforma transazionale su Web. Inizialmente, il
progetto ebbe l'approvazione di una quarantina di aziende, ma oggi
vanta più di 100 partecipanti, tra cui Dell, Intel, Nortel Networks,
Sun Microsystems, Andersen Consulting e Ford Motor.
A ottobre, prima di unirsi a questa schiera di grandi nomi
dell'informatica e dell'industria, Hewlett-Packard aveva espresso
qualche dubbio legato al potere di interdizione che Ariba, Ibm e
Microsoft avrebbero potuto esercitare sul processo di sviluppo di uno
standard aperto. Ma le tre aziende hanno alla fine concordato di
aprire completamente il processo decisionale, accogliendo il
contributo di diverse aziende e convincendo Hp e, successivamente,
Oracle a dare la loro adesione. Lo standard che verrà delineato
servirà per descrivere la tipologia di servizi offerti e consentire
la loro rapida individuazione all'interno di una sorta di elenco
pagine gialle messo a disposizione di tutte le altre aziende sulla
Rete.

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here