Anche Compaq abbandona Transmeta

Dopo l’abbandono Ibm arriva una seconda tegola sulla testa di Transmeta, proprio alla vigilia dell’attesa quotazione in Borsa. Anche Compaq, infatti, ha annunciato che intende dismettere il progetto di includere il processore Crusoe sulla propria linea …

Dopo l'abbandono Ibm arriva una seconda tegola sulla testa di
Transmeta, proprio alla vigilia dell'attesa quotazione in Borsa.
Anche Compaq, infatti, ha annunciato che intende dismettere il
progetto di includere il processore Crusoe sulla propria linea di
portatili Armada. Secondo una nota ufficiale, le caratteristiche del
chip non avrebbero "raggiunto gli standard Compaq",
rafforzando i dubbi che, a vantaggio di un basso consumo, Crusoe
fornisca prestazioni deludenti. Transmeta ha sempre sostenuto
soprattutto che il processore sarebbe in grado di supportare sistemi
operativi come Windows 2000, consumando anche meno di un watt di
potenza.
Ibm è arrivata alla decisione negativa per Transmeta, dopo aver
testato alcuni Thinkpad dotati di Crusoe presso clienti e aver
ottenuto feedback poco lusinghieri sul piano delle prestazioni. Anche
Hewlett-Packard ha seguito la stessa via, ottenendo risposte simili
da utenti dichiaratisi più soddisfatti della resa dei chip Intel.

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here