Home Digitale Amd, il futuro fra data center, Zen 3 e Gaia-X

Amd, il futuro fra data center, Zen 3 e Gaia-X

Il peso specifico di AMD in numerosi settori è cresciuto notevolmente nel corso degli ultimi anni. Merito del grande lavoro fatto dagli ingegneri nello sviluppare soluzioni che hanno permesso alla società di affrontare la competizione con soluzioni molto performanti.

Per questo è molto interessante raccogliere le considerazioni espresse da Roger Benson, Senior Director, Vendite Commerciali, EMEA di AMD.
Benson è stato in prima linea negli sforzi di AMD per aiutare i partner a rispondere alla pandemia e alle fluttuazioni delle condizioni di mercato che ha creato.

Quali sono le priorità della AMD per i settori commerciale e imprenditoriale nel 2021?

Il manager ha affermato che la priorità è lavorare con i partner per soddisfare la crescente domanda, spinta dal drammatico aumento dell’utilizzo dell’IT nei settori aziendale e pubblico.
Amd ha dimostrato di essere molto reattiva, continua Benson. La società vuole dimostrare il proprio  impegno a lungo termine e l’esecuzione della roadmap.
Nel 2021 l’architettura Zen 3 ha messo in luce il proprio potenziale ed è alla base delle soluzioni per server Amd Epyc, oltre che delle celebri CPU Ryzen, molto apprezzate dal mercato.
Secondo Amd, La crescita IT aziendale continuerà ad accelerare nei prossimi 12 mesi e per questo sta lavorando per soddisfare la domanda con i prodotti Ryzen ed EPYC. Inoltre, la società anche lavorando con i partner OEM e cloud per fornire loro i prodotti e la tecnologia di cui hanno bisogno per capitalizzare il continuo aumento della domanda.

Roger Benson
Roger Benson

La pandemia ha cambiato il mercato dei data center, dell’hardware di calcolo dei server e delle tecnologie associate?

Benson ha affermato di aver assistito all’affermazione dei canali di vendita digitali. I canal fisici, su cui le aziende avevano fatto affidamento prima della pandemia, hannle fonti di reddito in più rapida crescita per molte aziende in questa nuova normalità.

Le aziende hanno dovuto adattarsi consentendo il lavoro a distanza in tutte le loro operazioni. Questo che spesso richiede nuove infrastrutture e soluzioni IT per garantire la continuità aziendale e il mantenimento della produttività dei dipendenti. Le tecnologie abilitanti più rilevanti qui sono il cloud computing e la sicurezza informatica. AMD è estremamente ben preparata per affrontare entrambi i settori, ora e in futuro. Il mercato ha bisogno di più potenza di calcolo e possiamo contribuire a fornirla per i data center locali e il cloud.

Molti dei clienti hanno aggiornato le loro linee di rete per assicurarsi di avere infrastrutture abbastanza buone tra l’azienda e le case dei dipendenti. inoltre, afferma Manson, Amd ha  assistito ad un’impennata della domanda dei clienti per nuovi prodotti per PC desktop e laptop. Prevediamo che questa domanda e accelerazione nell’uso del cloud computing continueranno fino al 2021.
AMD ha interamente coinvolto i clienti e ha portato sul mercato una nuova generazione di processori che offrono una soluzione adatta a tutti, dai clienti consumer e business ai più recenti data center e applicazioni cloud.

Cosa si aspetta e quanto è importante Gaia-x per AMD?

Amd è membro di Gaia-x. “Contribuiremo alle specifiche per l’ambiente multi-cloud federato previsto da Gaia-X. Tuttavia la nostra intenzione è garantire che gli standard infrastrutturali definiti siano mantenuti il più aperti possibile” ha affermato Manson. Amd ritiene che gli standard aperti siano nell’interesse dei cloud e degli utenti finali. Gli standard aperti consentono di spostare liberamente i carichi di lavoro tra i provider cloud senza che i clienti siano bloccati in un fornitore o in una tecnologia.

Molti utenti finali ritengono molto importanti la sovranità, la sicurezza e la privacy dei dati. L’esperienza che Amd ha nella sicurezza per il cloud può aiutare a guidare Gaia-X mentre definisce il suo framework.
La società sta lavorando al progetto per contribuire a garantire che, man mano che gli standard vengono sviluppati, essi vengano mantenuti il più aperti possibile.

L’Europa avrà bisogno di un approccio comune e aperto per rimanere competitiva. Le imprese internazionali devono poter operare liberamente in tutto il panorama europeo. Le organizzazioni non devono sentire di aver bisogno di un approccio per un paese e uno per l’altro.

 

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato sulle novità tecnologiche

css.php