Home Pmi All'esordio la tessera professionale europea

All’esordio la tessera professionale europea

Dal 18 gennaio 2016,  infermieri, dentisti, veterinari, ostetriche, architetti, farmacisti e medici che vogliono svolgere la propria attività professionale in un altro Paese dell’Unione Europea hanno uno strumento in più: la tessera professionale europea (Epc-European Professional Card).

Si tratta di una procedura elettronica per il riconoscimento delle qualifiche professionali tra gli Stati membri della Unione Europea. L’EPC non è una carta fisica ma la prova del fatto che il professionista ha superato il controllo amministrativo e che le sue  qualifiche professionali sono state riconosciute dal paese ospitante (o che ha soddisfatto le condizioni per la prestazione temporanea di servizi).

Il suo scopo è di facilitare la libera circolazione dei professionisti all’interno dell’Ue, di semplificare la procedura di riconoscimento delle qualifiche professionali, e aumentare la trasparenza per i cittadini dell’Unione Europea.

Gli altri professionisti dovranno ricorrere, per il momento, alle procedure classiche per il riconoscimento delle loro qualifiche. Ma il numero di professionisti in grado di utilizzare l’Epc dovrebbe aumentare in futuro.

 

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato sulle novità tecnologiche

css.php