Alle Pmi lombarde un voucher per favorire l’innovazione

Dall’11 settembre 2012, Sistema camerale lombardo e Regione Lombardia renderanno disponibile un fondo di 6 milioni di euro. Obiettivo: avvicinare le imprese ai temi dello sviluppo tecnologico e dell’innovazione.

Le Pmi lombarde potranno fare conte su 6.070.000 euro per
gli interventi volti a favorire i processi di innovazione tecnologica (di
prodotto, processo, metodo), ricerca e sviluppo e
valorizzazione del capitale umano. La Regione Lombardia ha
approvato infatti il bando “Voucher
ricerca e innovazione e contributi per i processi di brevettazione” edizione
201
2 promosso nell'ambito dell'Accordo di Programma Competitività tra Sistema camerale lombardo e Regione
Lombardia
.

L'iniziativa
prevede l'assegnazione di un
buono nominativo e non trasferibile
(da un minimo di 2.000 euro a un massimo di 15.000 euro) finalizzato a sostenere interventi di: consulenza
in innovazione tecnologica
(intesa nel significato più esteso del
termine) di processo e di prodotto, anche attraverso la messa a disposizione di
servizi di trasferimento tecnologico e sicurezza
informatica
; accompagnamento alla
partecipazione dei bandi europei del VII Programma Quadro
; valorizzazione
del
capitale umano inserendo in azienda ricercatori o temporary
managers; ottenimento
di brevetti europei/internazionali.

Le imprese
devono presentare la domanda di voucher obbligatoriamente in forma telematica a partire dalle ore 12 di martedì
11 settembre 2012 fino a esaurimento del fondo
e, comunque, non oltre le ore 12 di
giovedì 28 febbraio 2013
registrandosi sul portale www.impresa.gov.it.
E' necessario possedere un dispositivo di firma digitale.

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here