Al via Expopage, la vetrina virtuale che affianca quella reale

Il portale B2B di Fiera Milano mira ad accrescere i vantaggi della partecipazione alle manifestazioni, arricchendo le opportunità di business e lo scambio di informazioni fra clienti e fornitori

Expopage è pronto. Dopo aver indagato sulla
fattibilità di un'iniziativa di questo genere, assegnando all'Istituto Albors la
realizzazione di una serie di interviste presso un
campione significativo di espositori, il portale Internet di Fiera Milano è
ora alla ricerca di nuove sottoscrizioni. In soldoni, Expopage permetterà agli operatori che lo desiderano di
prolungare la durata espositiva di un evento tenuto presso l'Ente milanese fino
a 365 giorni, gestendo in piena libertà una vetrina online aperta 24 ore su 24
su un vero e proprio marketplace B2B. Ma, come si affretta a sottolineare Luigi
Roth, presidente della Fondazione Fiera Milano, socio di maggioranza della
neo-costituita, «La fisicità degli eventi fieristici non verrà meno.
L'obiettivo di Expopage è, infatti, quello di arricchire l'offerta dei servizi
proposti da Fiera Milano, creando nuove opportunità di business, non certo di
sostituirne il ruolo
».
Non a caso, la new entry nasce con un assetto
societario stipulato in partnership con gli organizzatori che gravitano attorno
al polo fieristico, tra cui Fiera Milano (21%), Bit Wolf - Socio Tecnico (10%),
Fiera Milano International (5%), Cosmit (5%), Ente Gestione Mostre Com'ufficio -
Smau (5%), So.Fi.Mu. - Ucimu (5%), Centro Mostre Specializzate (3%) e Ipack-Ima
(3%).

L'avvento di un'iniziativa di questa portata non significa, tra
l'altro, che i diversi siti che arricchiscono il panorama Internet in prossimità
di una fiera di settore scompariranno, ma che a loro verrà semplicemente
demandato un ruolo prettamente informativo, mentre Expopage metterà a
disposizione degli espositori, che partecipano fisicamente alle iniziative
promosse da Fiera Milano, una serie di servizi e un motore di ricerca per ampliare la loro visibilità, al di là dell'evento in
sé. Costo dell'investimento, 333 euro annui, per i quali Expopage
corrisponderà una serie di servizi 'minimi', che andranno da un sito
vetrina uguale per tutti, a una serie di
servizi personalizzabili, gestibili e aggiornabili gratuitamente dal
personale autorizzato delle aziende espositrici. Tra questi, l'aggiunta di
immagini, flash, testi, ma anche di ulteriori opzioni quali contatti, catalogo
prodotti e la possibilità di effettuare trading online. Naturalmente, dopo una prima fase di prova, i servizi aggiuntivi avranno un loro listino prezzi, e il livello minimo di spesa stimato intorno ai 100 euro. L'obiettivo, neanche a dirlo, far crescere gli espositori
di casa nostra anche attraverso la Rete raggiungendo, entro fine 2003, la
partecipazione di almeno 22-25mila espositori.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome