Home Cloud AIOps e osservabilità, Moogsoft aiuta i team IT e SRE a gestire...

AIOps e osservabilità, Moogsoft aiuta i team IT e SRE a gestire gli incidenti

Lo specialista di AIOps e Observability Moogsoft ha annunciato nuove funzioni che migliorano il contesto e l’automazione del workflow per fornire ai clienti una soluzione di unified cloud monitoring.

Quella di Moogsoft è una soluzione di osservabilità basata sull’intelligenza artificiale che fornisce strumenti di monitoraggio per un DevOps smart.

Si tratta di una piattaforma cloud-native e self-service per software engineer, sviluppatori e operatori, che offre una visione completa in modo da consentire agli utenti di sapere cosa c’è di sbagliato e sistemare i problemi in modo veloce.

Moogsoft

Tra i nuovi miglioramenti c’è innanzitutto l’integrazione degli eventi e delle metriche di Datadog con Moogsoft, che permette agli utenti di regolare automaticamente la query per estrarre solo i punti importanti e gli alert significativi.

Questa integrazione è ideata per fornire più contesto e migliorare il processing e le azioni del workflow, per trovare automaticamente potenziali incidenti da affrontare prima che essi abbiano un impatto sul business.

Sempre per ottenere un maggiore contesto per il troubleshooting, gli incidenti in Moogsoft aggregano e duplicano automaticamente i tag degli avvisi, compresi eventuali tag custom. Ciò consente un percorso più rapido per la remediation al fine di ridurre il mean-time-to-resolve (MTTR) e rimanere entro gli SLA e gli SLO.

L’integrazione di Prometheus Alertmanager con Moogsoft aiuta a trasformare i dati in azione. L’invio degli alert di Prometheus Alertmanager a Moogsoft per eseguire la deduplicazione e la correlazione degli avvisi fornisce una singola fonte di aggregazione e workflow, per ottenere il contesto sui container in un unico posto e risolvere i problemi più velocemente.

Moogsoft

Per aiutare gli utenti a dedicare meno tempo all’amministrazione e alla manutenzione, nell’ambito dei contenuti di documentazione le Landing Pages offrono una panoramica della funzione, spiegando cosa fa e perché è essenziale.

Questa opzione risponde alle domande che gli utenti potrebbero avere sulle funzionalità e le configurazioni per fornire supporto e, soprattutto, far risparmiare tempo agli amministratori.

Gli ultimi aggiornamenti introducono inoltre nuovi strumenti e integrazioni – ad esempio con Splunk, Telegraf e AppDynamics – per ridurre i falsi positivi e aumentare il contesto degli incidenti.

Moogsoft

Lo scopo della piattaforma di unified cloud monitoring di Moogsoft è quella di fornire una soluzione che dia agli utenti la possibilità di visualizzare il loro intero stack tecnologico in una dashboard. Ricevendo al contempo insight automatizzati e attivabili per assistere i team SRE e IT Operations nel risolvere i problemi in modo rapido ed efficiente.

Quando si verifica un problema nella rete di un’organizzazione – mette in evidenza Moogsoft –, i professionisti SRE o ITOps hanno bisogno di avere una chiara comprensione del problema in modo che una risoluzione possa essere posta in atto in modo efficiente.

Moogsoft affronta questa esigenza integrando tutti gli strumenti in una piattaforma cloud unificata che possa trasmettere le intuizioni necessarie per risolvere il problema e garantire che nessun impatto a valle influisca negativamente su altri sistemi e utenti finali.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato sulle novità tecnologiche

css.php