Agere perde 375 milioni e chiude alcuni impianti, licenziando gli impiegati

Situazione difficile per la società di componenti, nata da uno spinoff di Lucent. Cala del 61% anche il fatturato.

L'azienda specializzata in componenti microelettronici, quotatasi in Borsa lo scorso anno nell'ambito della ristrutturazione decisa da Lucent Technologies, ha fatto registrare una perdita netta di 375 milioni di dollari, pari a 23 centesimi per azione, nel suo primo trimestre 2002, chiuso il 31 dicembre scorso. Lo scorso anno Agere aveva perso 4 milioni di dollari nello stesso periodo. Nel bilancio pro forma, che esclude i costi di ammortamento, ristrutturazione e rescissione, l'azienda riduce il disavanzo a 282 milioni di dollari, o 17 centesimi per azione, contro i 22 centesimi di perdita pronosticati dagli analisti. Preoccupante anche il calo di fatturato, che crolla del 61% dagli 1,36 miliardi di un anno fa agli attuali 537 milioni. In prospettiva per il secondo trimestre, Agere si aspetta livelli di perdita e fatturato in linea con le cifre attuali, eslcudendo però i proventi dalla cessione del ramo di attività concentrato sulle porte logiche programmabili. Nell'arco dei prossimi 12-18 mesi verranno chiusi anche due stabilimenti in Pennsylvania. Le attività verranno reincorporate ad Allentown.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome