Advanced Micro Devices rinuncia al chip Mustang

Funzionari di Advanced Micro Devices hanno confermato alla fine della scorsa settimana che l’azienda costruttrice di semiconduttori ha cancellato il chip Mustang dai suoi piani futuri. Amd ha però confermato l’intenzione di rilasciare un process …

Funzionari di Advanced Micro Devices hanno confermato alla fine della
scorsa settimana che l'azienda costruttrice di semiconduttori ha
cancellato il chip Mustang dai suoi piani futuri. Amd ha però
confermato l'intenzione di rilasciare un processore destinato al
mercato delle workstation e dei server. Un portavoce della società ha
dichiarato che Mustang non fa più parte delle strategie di Amd, ma
che una soluzione come il chipset Amd-760 Mp rappresenta, con le sue
funzionalità di elaborazione parallela duale, una valida offerta nel
segmento dei server. Ancora non è del tutto chiaro se Amd abbia
semplicemente cancellato il nome di Mustang a favore della prossima
architettura desktop del chip Palomino, o se i cambiamenti annunciati
abbiano implicazioni strategiche più profonde. Poco prima della
dichiarazione di venerdì scorso, durante una riunione con gli
analisti finanziari, il management di Amd avevano parlato di Palomino
come del successore di Athlon per sistemi desktop di fascia alta e
per server mono- e bi-processore. "Mustang", ha successivamente
affermato un portavoce "è ancora un prodotto. Se il mercato ne avrà
bisogno lo riporteremo in vita".
Insieme ai progetti Morgan e Mustang, Palomino era stato disegnato
come un derivato di seconda generazione dal core di Athlon, con
cambiamenti a livello di memoria cache on-chip ottimizzata per i
diversi mercati di riferimento. Con gli analisti, Amd aveva discusso
anche alcune migliorie microarchitetturali tese a migliorare le
prestazioni tanto in Palomino che in Morgan. Lo scorso agosto, il
presidente di Amd Hector Ruiz aveva dichiarato che l'azienda avrebbe
introdotto Mustang, Palomino e Morgan nel periodo compreso tra metà
novembre e metà febbraio prossimo.

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here