ADP Access&Control: l’intesa ADP-Microntel dà i suoi frutti

Interessata a offrire una soluzione integrata e gestita secondo una logica di global supply chain, nel 2013 ADP ha stretto un’alleanza tecnologica con Microntel, realtà torinese specializzata nella progettazione, produzione, distribuzione e assistenza di sistemi di controllo accessi e sicurezza, rilevazione presenze e raccolta dati di produzione.
Dodici mesi dopo è nata ADP Access&Control, soluzione fruibile sia on premise, sia on cloud dalle server farm ADP, per ottemperare alle regole di sicurezza e di rilevamento delle presenze, anche per quelle aree decentrate non raggiungibili dall’infrastruttura di rete aziendale.

A commercializzarla, non solo presso aziende italiane, ci pensa ADP che, attiva nel mercato del Human Capital Management con un’offerta di servizi per il personale, di suo ci ha messo One Service, piattaforma proprietaria per la gestione amministrativa e del personale all’interno della quale si è provveduto a far confluire la tecnologia Microntel fatta di device innovativi e di serrature meccatroniche integrabili con sistemi di controllo accessi in tempo reale.

«Da qui – ci spiega Fabio Vennettilli, General Manager di ADP Software & Solution – la proposta al mercato di una piattaforma che risolve l’esigenza del controllo accessi proponendo, accanto a sistemi hardware di ultima generazione, un software di controllo e pianificazione in grado di consentire anche a utenti non esperti di descrivere le regole di accesso agli spazi aziendali e di monitorarne l’andamento in tempo reale, mentre l’integrazione con i servizi di gestione delle presenze e di elaborazione delle paghe permette una completa automatizzazione dei processi».

A crederci, a oggi, sono oltre un centinaio di aziende, anche internazionali, che hanno scelto ADP Access&Control «per adeguare i propri sistemi a modalità di lavoro sempre più dinamiche, in termini di gestione della presenza fisica in azienda o remota da parte del personale, di accesso alle strutture aziendali, qualunque esse siano e dovunque si trovino».
Con dimensioni che vanno dai 50 ai 6mila dipendenti, spaziando in tutti i settori merceologici con un ricorso, nel 50 per cento dei casi, alla modalità Software as a Service per l’erogazione del servizio.

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato sulle novità tecnologiche iscriviti alla newsletter gratuita.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome