Adobe punta in maniera decisa sulla voce come strumento d’interazione tra l’utente e le piattaforme tecnologiche. L’azienda di San Jose ha già iniziato da tempo a sperimentare, con il suo research team, soluzioni di questo tipo. E, con Adobe Sensei, sta sviluppando sempre più una potente soluzione di intelligenza artificiale e machine learning. La piattaforma Adobe Sensei potenzia numerose funzionalità incluse nelle app e nei servizi della Creative Cloud.

Ora Adobe fa un ulteriore, importante, passo in avanti, finalizzando l’acquisizione di un’azienda specializzata nel settore. Si tratta di Sayspring, una giovane azienda fondata nel 2017 e con base a New York. La tecnologia sviluppata da Sayspring consente di semplificare la progettazione di applicazioni basate sulla voce.

Adobe dà voce alla tecnologia

Naturalmente dietro l’acquisizione, e la spinta in questa direzione, c’è il boom che stanno avendo gli assistenti vocali. È la stessa casa madre di Photoshop e Illustrator a sottolinearlo nel proprio blog, dove annuncia l’acquisizione. Blog tra l’altro ricco di contenuti sull’intelligenza artificiale e sulla interazione tra l’uomo e le macchine.

L’azienda sottolinea come quella vocale stia diventando velocemente la modalità principale d’interazione con i dispositivi tecnologici. Riporta inoltre una stima secondo cui il 55%, o 70 milioni, di case americane avranno un device smart come Amazon Echo, Google Home o Sonos One entro il 2022. Il mondo sta rapidamente passando da mouse e tastiera e dagli schermi touch alla voce. Si tratta di una modalità senz’altro più naturale d’interazione. Le tecnologie vocali stanno evolvendo molto rapidamente, e chiaramente Adobe non ha alcuna intenzione di rimanere indietro.

Il team di Sayspring sarà dunque integrato in Adobe, che inizierà a integrare la tecnologia vocale nelle soluzioni della casa. Dettagli sulle modalità di tale integrazione saranno rilasciati successivamente. Nel frattempo anche Sayspring, sul proprio sito, offre informazioni sulla transizione ai propri utenti.

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato sulle novità tecnologiche iscriviti alla newsletter gratuita.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome