Accordo tra Ibm e Nokia all’insegna del content management

Nata in seno all’Open Mobile Alliance, la partnership porterà le due aziende a cooperare per fornire ai carrier soluzioni in grado di semplificare la gestione di giochi Java, suonerie, immagini digitali, grafica e screen saver. Ma anche dei diritti digitali

12 luglio 2002 Ibm e Nokia hanno siglato un'intesa che le porterà a operare congiuntamente
per la fornitura di contenuti agli operatori mobile. Questa partnership è uno
dei primi concreti risultati scaturiti dalla recente nascita dell'Open Mobile
Alliance.


In pratica, l'accordo porterà Ibm a commercializzare Nokia Delivery Server
all'interno della propria offerta Digital Media Factory, il che consentirà a Big
Blue di proporre ai carrier mobile una soluzione server in grado di gestire
giochi su base Java, suonerie, immagini digitali, grafica, screen saver e icone.
Ricordiamo che Digital Media Factory include un software per il content
management, il database Db2 e WebSphere Commerce server per Digital Media. In
futuro lo sviluppo della sezione mobile sarà pertinenza di Nokia.


Così, se Ibm ottiene un prodotto che completa la propria proposta, Nokia si
trova a disporre dell'expertise della divsione Global Service di Big Blue e
questo perché acquisire due elementi fondamentali per la fornitura di servizi e
contenuti ai carrier mobile, ossia un database e un middleware. Ed è questo il
motivo che ha spinto la società scandinava a concedere a Ibm l'accesso ai propri
clienti al fine di proporre Digital Media Framework. D'altra parte, in virtù di
questo accordo Nokia ottiene la possibilità di disporre di una serie di
importanti asset tecnologici, non ultimo l'esperienza di Ibm nello sviluppo di
sistemi Java per la gestione dei diritti digitali.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome