Accordo Micron-Hynix, ecco chi ne beneficerebbe

Qualora il merger recentemente annunciato tra i due produttori di chip dovesse andare in porto, gli analisti di Gartner Dataquest sentenziano che a beneficiarne potrebbe proprio essere il prezzo delle memorie crollato, nel 2001, sotto il dollaro di valore

Le voci di un possibile accordo tra Micron
Technology e Hynix Semiconductor avrebbero già un primo beneficiario. Il prezzo
delle Dram. Stando agli analisti di mercato, il presunto merger tra il numero
due e il numero tre nel mercato mondiale della produzione di chip, potrebbe,
infatti, alimentare la ripresa del prezzo del più comune tipo di memoria in
commercio.
Un risultato questo non indifferente, se si considera che -
secondo dati Gartner Dataquest -, tra settembre 2000 e ottobre 2001 il prezzo
delle Dram è crollato sotto il dollaro, subendo un decremento del 95%, contro un
prezzo di produzione pari a 3,50 dollari.
A quanto pare, se la fusione in
questione dovesse andare in porto, il prezzo delle dynamic random access memory
potrebbe superare quota 4 dollari l'unità. Ciò anche in considerazione del fatto
che il numero dei competitor presenti sul mercato diminuirebbe.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome