Accesso remoto con Avm

Con alcuni apparentemente semplici prodotti, la tedesca Avm lancia una strategia aggressiva per il mercato italiano dell’accesso remoto. Le novità, in particolare, consistono in: M3 USB, un dispositivo ibrido ISDN e GSM, che consente a un utente …

Con alcuni apparentemente semplici prodotti, la tedesca Avm lancia
una strategia aggressiva per il mercato italiano dell'accesso remoto.
Le novità, in particolare, consistono in: M3 USB, un dispositivo
ibrido ISDN e GSM, che consente a un utente mobile di scegliere il
miglior mezzo di comunicazione disponibile; Fritz!Card USB, versione
2.0 di un controller ISDN di ridotte dimensioni per pc; FritzWeb,
nuovo modulo software per le schede Avm che offre capacità di
compressione dati per il Fast Internet su ISDN; Ken! per Windows
2000, rinnovata versione del software per proxy, email e Web server,
che trasforma la scheda ISDN in un piccolo router (viene infatti
offerto anche in bundle con Fritz!Card Isdn in un kit da 650mila
lire, IVA inclusa).
I piani della società non si limitano all'ISDN, peraltro. Avm ha
pronto un proprio chipset per DSL, del quale assicurano
l'interoperabilità con altri prodotti del settore. Ma in Germania
aspettano per il mercato libero. A tal proposito, Gianni Garita,
sales manager per l'Italia, ha dichiarato: "Per il remote access,
prevediamo in Italia un tasso di crescita elevato, dal momento che il
fabbisogno non é affatto coperto. Naturalmente é piú sensato puntare
su un"infrastruttura tecnologica giá presente come la tecnologia
ADSL, che a breve vedrà un'apertura del mercato con conseguente
aumento anche dell"offerta".
Più indettaglio, osserviamo le caratteristiche di M3 USB, un
dispositivo integrato che combina un controller ISDN e un transceiver
GSM. Il prodotto riconosce automaticamente quale connessione è
disponibile, privilegiando, ovviamente, quella ISDN. All'interno va
inserita una SIM, con la quale, grazie, a un apposito software, il
notebook può essere trasformato in un cellulare. Le comunicazioni
avvengono tramite un'interfaccia CAPI 2.0 e supportano TCP/IP o
IPX/SPX e trasmissioni fax G3.
Garantita la compatibilità con mobile ISDN (X.75, ISO 3309, V.110 e V.42bi
s).

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here