Abbigliamento smart: il vestito si trasforma in un hard disk

L’ abbigliamento sta diventando un terreno di sviluppo per le nuove tecnologie. E non stiamo parlando di wearable, ma di altre innovazioni come il tessuto che cambia colore con un colpo di smartphone.

Altra innovazione è quella che arriva dai ricercatori dell’Università di Washington che stanno cercando di memorizzare i dati direttamente sui capi di abbigliamento.

I ricercatori hanno scoperto un modo per memorizzare i dati direttamente nei vestiti attraverso l’utilizzo di un tessuto intelligente. E i vestiti in questo modo possono essere utilizzati come fossero un disco rigido.

Un filo di piombo magnetizzato, già presente nei guanti compatibili con touch screen, è attualmente in uso per i test. I dati sono codificati in una striscia di filettatura ricamata magnetizzata e le direzioni nord e sud sono programmate con un magnete.

I dati vengono quindi decodificati e letti utilizzando un magnetometro come quelli integrati negli smartphone.

Le parti non magnetizzate del filo separano i simboli per evitare interferenze. Per testare la tecnologia, gli ingegneri hanno memorizzato la password per una porta sicura in un pezzo di tessuto magnetizzato cucito direttamente sulla manica di una normale t-shirt.

Sfiorando la maniglia contro l'interfaccia della porta si sblocca.

La tecnologia funziona senza elettricità, a differenza degli attuali indumenti collegati, che possono essere utilizzati, ad esempio, per misurare le prestazioni sportive.

Questo è un grande vantaggio, perché l'elettricità nei vestiti è un problema per il lavaggio o in caso di pioggia.

Adesso i ricercatori di Washington stanno cercando di creare campi magnetici più forti per memorizzare più dati.

Una volta completata, questa tecnologia potrebbe anche rivoluzionare la memorizzazione dei dati.

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato sulle novità tecnologiche iscriviti alla newsletter gratuita.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome