A Networld+Interop si punta l’attenzione sicurezza

La fiera di Atlanta dedicata alle reti non si è fermata, all’indomani degli attacchi terroristici, ma il tema della sicurezza è balzato in primo piano.

Paradossalmente all'indomani degli attentati terroristici che hanno sconvolto gli Stati Uniti e il mondo intero, al Networld+Interop di Atlanta è di scena la sicurezza. La fiera si è fermata solo per qualche ora in sgno di lutto, ma “lo spettacolo deve continuare” e proprio le reti non possono fermarsi mai. Come abbiamo accennato gli annunci principali hanno riguardato la sicurezza con le soluzioni di TopLayer, che ha presentato AppSafe, un'appliance di intrusion detection, e di Broadcom, che ha annunciato un acceleratore di SSL (Secure Socket Layer), chiamato CryptoNetX. Tre i modelli disponibili che permetterebbero di eseguire da 800 a 4.000 transazioni SSL e TLS (Transport Layer Security) al secondo, cioè sei volte più delle transazioni supportate dai sistemi software e quattro volte più di quelle eseguite dai sistemi hardware attualmente presenti sul mercato.
Mercury Interactive e nCipher hanno presentato Topaz Prism, una soluzione integrata che permette di sorvegliare in maniera passiva il traffico Internet SSL in un ambiente sicuro.

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here