A gonfie vele l’e-commerce italiano

Il commercio elettronico italiano viaggia a gonfie vele e riduce il divario con gli Stati Uniti (che è di circa due anni) e gli altri Paesi europei e si prepara alla sfida dell’mobile commerce. In sintesi è questo il verdetto di Shoplab.i …

Il commercio elettronico italiano viaggia a gonfie
vele e riduce il divario con gli Stati Uniti (che è di
circa due anni) e gli altri Paesi europei e si prepara
alla sfida dell'mobile commerce. In sintesi è questo
il verdetto di Shoplab.it, l'osservatorio permanente
sull'e-commerce al dettaglio nato dalla partnership
tra Associazione impresa Politecnico, The Boston
Consulting Group e Idc Italia. Rispetto al numero
iniziale di negozi online censiti (2.350) si è passati
ai 3.350 del maggio scorso, per superare con l'ultima
rilevazione i seimila punti vendita. Nel 2001 ci si
attende una crescita stimata del 310% su base annua.
820 miliardi di lire è il giro d'affari previsto per
l'anno in corso con un aumento del 270% rispetto al
1999, mentre rispetto agli anni precedenti cala la
concentrazione del mercato. Informatica e finanza
online valgono il 10% in termini di numero di punti
vendita ma superano il 50% quando si prendono in
considerazione i ricavi.

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here