A Computer Associates piace gestire i db

Dopo Ingres, a Islandia pensano a creare e rendere libero un tool per il database management, valido anche per gli altri Rdbms.

Entro l'estate Computer Associates dovrebbe rilasciare un tool che, di fatto, le schiuderebbe le porte di un nuovo mercato, quello del database management.


La conferma arriverebbe direttamente dal responsabile dello sviluppo della casa di Islandia, Tony Vaughan, che pare aver dato pronto per primavera inoltrata la beta di uno strumento per la gestione del database aperto di Ca, Ingres. Ma non solo. Stando alle indicazioni, il tool sarebbe valido anche per amministrare gli altri database maggiormente diffusi nelle aziende, ovvero Db2, Oracle e Sql.


Se le intenzioni troveranno conferma, poi, pare che il tool sarà integrato in Ingres, e quindi anch'esso reso free.


La società lo supporterebbe per quanto le compete, e gli utenti potranno utilizzarlo anche sugli altri database.


Il motivo dell'operazione è da ascrivere al fatto che sono pochi gli utenti di Computer Associates a utilizzare un solo database e che quindi possono avere l'esigenza di uno strumento che semplifichi il processo di gestione, con una vista unica, magari consentendo di controllare le applicazioni senza proccuparsi di quale sia il database sottostante.


Database con tanto di tool di gestione completamente aperti per Ca, quindi, all'orizzonte: la società, infatti, non applica a Ingres la Gpl, perché la ritiene troppo vincolante per l'utente, in quanto obbliga a presentare alla comunità le modifiche fatte al codice opensource.

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here